Oggi a Bratislava la Commissione Europea, al via la Presidenza slovacca dell’UE

presidenUE_(@twitter)
Il countdown al Ministero degli Esteri slovacco questa mattina

Oggi e domani i membri della Commissione europea (senza il dimissionario britannico Hill) saranno a Bratislava per inaugurare la prima presidenza slovacca del Consiglio dell’UE, che inizia ufficialmente domani 1° luglio. Questo sarà di fatto il primo evento della presidenza slovacca, nel corso del quale si terranno diversi incontri, sia collegiali che individuali tra i commissari di Bruxelles e i singoli ministri del governo slovacco sui compiti da svolgere in maniera quanto più collaborativa nei prossimi 180 giorni. Nel corso della sessione plenaria i rappresentanti europei potranno incontrare anche i membri del Parlamento slovacco, e ci sarà l’occasione per discutere le questioni attuali che si dovranno affrontare durante il semestre di presidenza di turno retto dalla Slovacchia per la prima volta dal suo ingresso nell’Unione europea dodici anni fa.

La Presidenza slovacca si svolgerà tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2016, in cooperazione con il cosiddetto Trio di Presidenza, composto anche dall’Olanda (che conclude oggi il suo mandato) e da Malta che presiderà l’UE nel primo semestre 2017.

presidenslovaue_(euparliament)

Sede principale degli eventi ministeriali sarà Reduta, l’edificio storico di Stare Mesto completamente restaurato pochi anni fa, che serve da casa alla Filarmonica Slovacca. I diversi ambienti del palazzo sono stati riadattati per fungere da centro congressi di alto livello. La grande sala concerti decorata di stucchi dorati è stata spogliata delle poltrone e munita di un grande tavolo ovale che ospiterà ministri e delegati durante le riunioni dei consigli ministeriali dell’UE nel corso del semestre. Sono previsti 19 vertici dei ministri UE da qui a fine anno, come ha puntualizzato ieri il ministro degli Esteri slovacco Miroslav Lajcak presentando il palazzo alla stampa.

presidenslova_(euparliament)

La sala, che è stata dotata anche delle cabine per gli interpreti delle 24 lingue dell’UE, accoglierà anche il summit informale dei leader UE deciso l’altro ieri a Bruxelles che a metà settembre dovrà trattare – in via informale – lo spinoso tema dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. Tutte le modifiche apportate sono temporanee e saranno smantellate alla fine del semestre corrente, quando la Filarmonica potrà rientrare a prendere possesso dell’edificio. Il ministro Lajcak ha risposto indirettamente alle critiche sollevate sulla forma del padiglione di ingresso costruito davanti a Reduta per ospitare i metal detector e i controlli di sicurezza. Ha ammesso che la forma “a casette” può essere un po’ disorientante, ma, ha ricordato con un paragone un po’ azzardato, «anche il Louvre in passato [o meglio, la piramide di cristallo nel cortile, ndr] ha sbalordito» la gente.

L’edificio di Reduta pronto ad accogliere i primi eventi della presidenza slovacca dell’UE:

Domani Reduta ospiterà i colloqui tra il governo slovacco e il collegio dei commissari europei. Mentre le cene cerimoniali, che in passato spesso erano organizzate nel palazzo, si terranno presso in sale rinnovate appositamente nel castello, sede di rappresentanza per eccellenza della Repubblica Slovacca.

Le pareti del Castello di Bratislava questa notte saranno illuminate con una proiezione di immagini per evidenziare il passaggio di consegne della presidenza del Consiglio dell’Unione europea dai Paesi Bassi alla Repubblica Slovacca. Sull’edificio del castello, visibile dai quattro angoli della città, saranno proiettate a partire dal tramonto (alle 21.30 circa) fotografie e video di entrambi i paesi: paesaggi, siti storici, tradizioni, innovazioni, sport e rappresentazione della cooperazione politica.

Ieri davanti al Teatro Nazionale, in piazza Hviezdoslav, è stato inaugurato il ‘logo floreale’ della presidenza slovacca, un omaggio dell’Olanda, che cede il testimone di presidente UE:

Vyvrcholením holandsko-slovenskej spolupráce v rámci predsedníckeho Tria je symbolické odovzdanie predsedníctva. Jeho súčasťou bolo odhalenie kvetinového loga slovenského predsedníctva v Rade EÚ pred historickou budovou Slovenského národného divadla v Bratislave. Kvetinový záhon je darom veľvyslanectva Holandského kráľovstva na Slovensku slovenskému predsedníctvu v Rade EÚ. Tvorí ho 3000 rastlín z holandských a slovenských okrasných škôlok.Záhon slávnostne odhalili veľvyslanec Holandského kráľovstva v SR Richard van Rijssen, vedúci služobného úradu MZVaEZ SR Pavol Sýkorčin a starosta mestskej časti Bratislava – Staré mesto Radoslav Števčík.

Posted by Slovenské predsedníctvo v Rade EÚ on 29. jún 2016

twitt_eu2016skE intanto su Twitter l’argomento è diventato un ‘trending topic’: Dopo l’hastag #EUref relativo al referendum britannico, che continua a tenere banco anche dopo una settimana e chissà per quanto ancora, troviamo #Slovakia e #EU2016SK, l’hashtag del semestre di presidenza slovacca.

(La Redazione)

 

_
Foto: twitter, EU Parliament

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google