Turchia sotto attacco continuo. Una lunga lista di attentati terroristici

turchia-istanbul-28062016

L’attentato all’aeroporto Ataturk di Istanbul che ieri sera ha fatto almeno 36 morti e 147 feriti (numeri aggiornati a poco fa e che portano il conteggio dei morti nel paese a duecento nell’ultimo anno) è solo l’ultimo di una lunga serie di attacchi che negli ultimi anni hanno insanguinato la Turchia, stretta in una morsa tra la guerriglia del Pkk, il partito militare a sostegno dell’etnia curda, e il terrorismo a firma Isis, nemici giurati dei curdi che ora hanno nel mirino l’intera nazione.

Fondato verso la fine degli anni ’70, da oltre 30 anni il Pkk è in conflitto con Ankara, con una guerriglia che in tutto il Paese ha causato circa 40mila vittime. Nel 2013 l’attuale governo aveva firmato un cessate il fuoco con il partito paramilitare curdo, saltato dopo l’attentato di Suruc che lo scorso luglio aveva visto giovani curdi morire per mano dell’Isis. Il Pkk aveva accusato Ankara di non proteggere a dovere l’etnia curda, causando una dura reazione da parte di Erdogan, pronto a tutto pur di contrastare, anche col sangue, gli indipendentisti.

Dall’altro lato ci sono i terroristi dello Stato Islamico, che da tempo combattono i curdi in Siria, come visto durante il lungo assedio di Kobane. Ora però gli uomini dell’Is sembrano voler colpire l’intera Turchia, soprattutto dopo che Ankara, accusata di aver favorito il passaggio dei foreign fighters verso la Siria, ha lanciato diverse operazioni antiterroristiche sul territorio nazionale. Inoltre la recente controffensiva di Assad ha spinto interi plotoni Isis a ritirare verso il Paese della Mezzaluna, mescolandosi ai profughi in fuga dalla guerra civile.

Ma il recente attentato fa riecheggiare anche gli attacchi terroristici negli aeroporti, come la recente strage dell’aeroporto Zaventem di Bruxelles del 22 marzo, con la morte di 35 persone, compresi i 3 kamikaze, di cui uno morto nell’esplosione alla fermata della metro di Maalbeek. Nel 2014 invece era stato colpito l’aeroporto Jinnah di Karachi, in Pakistan, dove 26 persone avevano perso la vita sotto i colpi dei talebani del TTP, gli stessi che nel 2012 avevano colpito lo scalo di Peshawar, sempre in Pakistan, provocando 9 morti e più di 40 feriti.

QUESTI GLI ULTIMI ATTACCHI IN TURCHIA:

  • 8 giugno 2016 – Un’autobomba esplode davanti a un commissariato, a 23 chilometri dal confine con la Siria
  • 7 giugno 2016 – Ancora un’autobomba, ma nel centro di Istanbul: 11 morti e 36 feriti, attacco rivendicato dalla frangia separatista del Pkk
  • 6 maggio 2016 – Spari contro il direttore del quotidiano Cumhuriyet, Can Dundar
  • 27 aprile 2016 – Donna kamikaze dell’Isis si fa esplodere vicino alla Grande Moschea di Bursa, 13 feriti
  • 19 marzo 2016 – Kamikaze Is nel cuore dello shopping di Istanbul, 5 morti e 36 feriti
  • 13 marzo 2016 – Autobomba nel centro di Ankara, 34 morti e 125 feriti. Si segue la pista del Pkk
  • 17 febbraio 2016 – Un’esplosione colpisce un mezzo militare ad Ankara: 28 morti e 60 feriti
  • 12 gennaio 2016 – Kamikaze dell’Isis uccide 12 turisti nella zona turistica di Istanbul, vicino la Moschea Blu

(Dario Marchetti, LaStampa.it cc-by-nc-nd)

__
Foto in alto: frame da video

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google