Senza incidenti a Bratislava la manifestazione degli estremisti contro Bruxelles

protesta-estremisti-antislam_(ta3.com)

Nonostante le premesse la manifestazione “Contro l’islamizzazione dell’Europa” organizzata da diverse frange di estrema destra che si è svolta nel pomeriggio di sabato 25 giugno in centro a Bratislava si è conclusa senza incidenti di rilievo. Partita dalla stazione ferroviaria centrale, la marcia si è recata su Namestie Slobody dove ha sede il governo e dove diversi personaggi hanno parlato alla folla, circa un migliaio di persone secondo i media, una frazione di quante avevano partecipato all’edizione di un anno fa esatto, quando si erano anche registrati diversi incidenti. Il maggiore argomento contestato dalla manifestazione era l’immigrazione nel continente europeo, che loro definiscono come la “liquidazione dell’Europa” grazie ai “diktat di Bruxelles” (come l’imposizione delle quote obbligatorie di redistribuzione dei richiedenti asilo, una questione cui peraltro il governo slovacco socialdemocratico lo scorso dicembre si era opposto presentanto un ricorso alla Corte di giustizia europea). Inoltre, si è accennato alla volontà di lanciare anche un Slovacchia un referendum per l’uscita dall’Unione europea. Insieme agli slovacchi erano presenti, scrive Tasr, anche rappresentanti di movimenti di estrema destra “amici” di Repubblica Ceca, Germania, Croazia e Serbia.

Il raduno degli estremisti è stato contrastato da un corteo antifascista che si è svolto intorno all’area della piazza SNP con la partecipazione di circa 2000 persone, tra le quali l’ex primo ministro Iveta Radicova, il sindaco della capitale Ivo Nesrovnal, il difensore civico per i diritti umani Jana Dubovcova e l’attivista e scrittore Michal Havran. Il sindaco ha voluto sottolineare che Bratislava è una «città di tolleranza, collaborazione e rispetto». I due cortei sono stati tenuti a distanza dalle autorità di polizia, ma un drappello di antifascisti, tra i quail l’ex dissidente Fedor Gal, avrebbero accolto con una protesta silenziosa gli elementi di estrema destra già davanti alla stazione ferroviaria.

Quando arrivati in piazza Libertà, gli estremisti hanno trovato una sorpresa, scrive il quotidiano Sme: la piazza era stata “innaffiata” con acqua zuccherata, che con il forte caldo di sabato ha creato un velo appiccicoso come colla. I dimostranti portavano striscioni con scritte come “Insieme per la Slovacchia” e intonavano cori come “La Slovacchia agli Slovacchi” o “Non vogliamo il multi-culti” [multiculturalismo-ndr] o “Qui siamo a casa nostra”. La polizia è dovuta intervenire, sembra, soltanto in un paio di occasioni, non particolarmente rilevanti.

Come avevamo scritto venerdì, il partito di estrema destra LSNS (Partito Popolare Nostra Slovacchia), di recente entrato con 14 deputati in Parlamento, ha del tutto ignorato l’evento, mentre lo scorso anno ne era stato parte. Il leader Marian Kotleba in questa edizione si era distanziato dalla protesta.

(La Redazione)

3 comments to Senza incidenti a Bratislava la manifestazione degli estremisti contro Bruxelles

  • Antonio

    Estremisti o Patrioti?

  • alberto

    Questi si difendono mentre in Italia gli Italiani si dichiarano sconfitti.

  • Teodoro Mcgillivray

    La rivoluzione anti-comunista iniziò il 16 novembre 1989 a Bratislava , con una manifestazione di studenti universitari slovacchi a favore della democrazia , e continuò con la celebre manifestazione degli studenti cechi a Praga il 17 novembre. Il Forum Civico si accorse tuttavia che, anche se aveva ottenuto il principale obiettivo di rovesciare il regime comunista, era però inefficace come partito al governo. Le dimissioni del partito furono pertanto necessarie e inevitabili.

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google