Fico: alla Slovacchia una grande responsabilità con l’uscita del Regno Unito dall’UE

fico-robo_(foto_vlada.gov.sk)

Il risultato del referendum nel Regno Unito è oggi tra gli argomenti caldi anche sulla scena politica interna della Slovacchia. Dopo una seduta straordinaria fuori sede del Consiglio dei ministri (a Rimavska Sobota, regione di Banska Bystrica), il primo ministro Robert Fico ha dichiarato questa mattina che il governo slovacco rispetterà la decisione del popolo britannico, che «non è una tragedia, ma è ormai la realtà». Ora gli altri 27 membri dell’Unione europea «dovranno agire rapidamente». Secondo il resoconto di Tasr Fico ha avvertivo che sarebbe un grosso errore «se la reazione di questi 27 paesi fosse simile alle politiche che l’Unione ha adottato fino ad ora». «Un grande numero di persone in Europa rifiuta la politica migratoria dell’UE ed è insoddisfatta anche della sua politica economica. Ora tocca a noi dire che le politiche fondamentali dell’UE devono subire modifiche sostanziali».

Il premier slovacco che tra pochi giorni sarà a capo della presidenza di turno slovacca dell’Unione europea ha proposto già nel corso di diversi incontri con politici europei di alto livello di organizzare un dibattito informale sul futuro dell’UE. Ora toccherà proprio alla presidenza slovacca di iniziare un percorso pratico per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione, una «grande responsabilità» per il suo governo. Per questa ragione Fico chiede all’opposizione di smetterla con i suoi tentativi di «distruzione dello Stato», riferendosi senza dirlo alla forte pressione esercitata nelle ultime settimane per le dimissioni del ministro degli Interni Robert Kalinak.

Una nota del ministero degli Esteri slovacco indica che per il momento «il Regno Unito rimane membro a pieno titolo dell’Unione europea, con tutti i diritti e doveri del caso, almeno finché non sia completato il processo della sua uscita dall’UE». Il ministero ritiene necessaria «una riflessione interna all’UE per cercare di riguadagnare la fiducia della gente nel progetto comune europeo». «La Slovacchia è pronta a svolgere un ruolo attivo e responsabile» come presidente di turno del Consiglio dell’Unione europea dal 1° luglio. Del resto, ricorda la nota, noi crediamo ancora «che l’UE è la migliore opzione per il nostro Paese e per il continente europeo. Ha portato pace, stabilità, prosperità e benefici tangibili per i suoi cittadini».

Secondo il presidente slovacco Andrej Kiska la decisione del popolo britannico deve essere rispettata, anche se essa «è una ferita per l’Unione europea e l’idea di integrazione europea». Kiska si aspetta che ora tutti nella UE facciano significativamente di più per migliorare lo stato di salute di questo grande progetto. «Perché l’UE è garanzia di libero sviluppo, solidarietà, prosperità e sicurezza anche per la Slovacchia».

(La Redazione)

Foto vlada.gov.sk

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google