Clima: con 2° in più di temperatura pericolo di gigantesche migrazioni di uomini, animali e piante

africa-migraz-animal_(T.R.Shankar Raman-cc-by)

Secondo lo studio “Potentially Extreme Population Displacement and Concentration in the Tropics Under Non-Extreme Warming” di Solomon Hsiang (Università della California – Berkley) e Adam Sobel (Columbia university), pubblicato su Scientific reports di Nature, «il riscaldamento globale di appena 2 gradi rischia di costringere intere popolazioni di piante e animali tropicali e popolazioni umane a spostarsi a centinaia di chilometri dai luoghi dove vivono attualmente». I due scienziati prevedono un drammatico calo della popolazione umana e delle altre specie viventi in Messico, America Centrale, Africa e India e altre aree tropicali. Il loro studio si basa su un modello che mostra come la dinamica del clima nei tropici potrebbe amplificare notevolmente le conseguenze del cambiamento climatico già in atto sul nostro pianeta. «Questo significa che anche piccoli cambiamenti climatici possono avere un impatto drammatico».

Si tratta di due scienziati di grande prestigio: Hsiang, che insegna fisica e matematica alla Columbia, è stato il leader di un team dell’UC Berkeley che aveva dimostrato il legame tra l’aumento dei cambiamenti climatici con i conflitti armati, le violenze e il collasso di alcune civiltà e  in un altro studio aveva già dimostrato i costi economici globali del cambiamento climatico; Sobel, che insegna fisica e matematica alla Columbia, ha esaminato fisica dell’atmosfera e il cambiamento climatico ed è l’autore di Storm Surge (2014) un libro sul cambiamento climatico e l’uragano Sandy.

Sobel sottolinea: «Non stiamo facendo previsioni specifiche sui modelli di migrazione di singole specie, ma il vincolo geofisico è questo, quando i tropici diventeranno più caldi, si dovrà andare lontano, in sostanza, lasciare i tropici per rinfrescarsi». Dato che ai tropici fa caldo in maniera uniforme, anche quando diventeranno anche poco più caldi le popolazioni dovranno trasferirsi per trovare sollievo.

Hsiang lo spiega con un’analogia: «Immaginate di avere un budget fisso da spendere per il vostro appartamento e che gli affitti siano gli stessi per tutto l’intero quartiere. Se tutti gli affitti salgono, anche solo di un po’, potrebbe essere necessario spostarsi molto lontano per trovare un nuovo posto che ci si può permettere».

Continua a leggere su Greenreport.it

__
Foto T. R. Shankar Raman cc-by-3.0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.