Pew Research: gli europei bocciano la politica UE verso la Russia

russia_(crschmidt-2971892022-cc-by)

Perdita di importanza a livello nazionale, atteggiamento molto freddo dinanzi all’ipotesi di maggior multilateralismo, volontà di approfondire i rapporti con Mosca. Sono questi alcuni dei principali temi affrontati nell’ultimo sondaggio condotto dal Pew Research Center sull’opinione dei cittadini europei in merito alle strategie da affrontare in campo di politica estera. […] Tra le altre cose, il Pew ha chiesto ai cittadini di 10 Paesi europei (Italia, Germania, Francia, Spagna, Polonia, Regno Unito, Olanda, Svezia e Grecia) un’opinione riguardo a 2 tra i principali attori del sistema internazionale, come Russia e NATO. Nello specifico, la maggioranza assoluta degli intervistati boccia la politica portata avanti da Bruxelles nei confronti di Mosca, con punte del 69% di disapprovazione in Grecia. In nessuno dei 10 Paesi presi in considerazione il livello di approvazione supera quello di disapprovazione.

La maggioranza relativa degli intervistati ritiene che sia necessario approfondire ed irrobustire i legami economici con la Russia. Anche qui è la Grecia a guidare: a pensarla così è l’89% dei cittadini ellenici intervistati. Di parere opposto invece la Svezia: il 71% degli intervistati chiede maggior durezza nei confronti di Mosca riguardo alle dispute internazionali in atto. Particolarmente propense ad una maggior collaborazione sono anche Italia e Germania, mentre piuttosto equidistante risulta l’opinione pubblica francese e britannica.

Riguardo alla NATO, la maggioranza assoluta degli intervistati ha un’opinione positiva, con punte del 71% in Svezia. Gli unici a bocciarla sono i greci, guardacaso i più aperti nei confronti di Mosca, a conferma della polarizzazione in atto tra NATO e Russia.

Leggi tutto e vedi i grafici su TermometroPolitico.it

 

___
Foto Christopher Schmidt cc-by-2.0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.