Castello di Strecno, governo stanzia 1,1 milioni per rinforzare la parete rocciosa che minaccia la strada

castello-Strecno_(arturbocian_357496786@flickr-CC)

Il consiglio dei ministri ha approvato ieri uno stanziamento di emergenza di 1,1 milioni di euro a favore del ministero dell’Ambiente perché sia messa in sicurezza la parete rocciosa sulla cui cima sorge il castello di Strecno, che oggi è in precario equilibrio e sta minacciando l’esistenza del castello, che è un monumento nazionale. Inoltre, la strada sottostante, tra le più trafficate dell’area nella regione di Zilina, mette a rischio gli automezzi di passaggio e la vita dei loro conducenti, inclusi quelli che vivono nelle vicinanze. Le ispezioni geologiche hanno dimostrato che ci sono numerose crepe e fratture nella roccia, che hanno provocato in passato la caduta di frammenti rocciosi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

I lavori di rinforzo richiederanno la chiusura totale della strada al traffico, per cui è stato proposto che i lavori siano effettuati durante il fine settimana. Una prima fase, che richiede il blocco di una sola corsia, durerà 11 fine settimana, mentre la seconda è stata ridotta a circa 16 fine settimana.

Gli esperti hanno anche proposto di costruire un corridoio protettivo in cemento armato di 180 metri di lunghezza per aumentare la sicurezza della strada, un progetto che sarebbe costato 6,7 milioni di euro, cifra sulla quale il governo ha per il momento preferito glissare.

(Red)

__
Foto Bocian&Tusia cc-by-nc-nd 2.0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.