La Nato rafforza sua presenza militare in Europa orientale

difesa-milit-eserc_(14995638719-flickr) nato

La Nato ha deciso di moltiplicare le sue iniziative per contrastare la Russia. Di conseguenza l’Alleanza atlantica ha deciso di rafforzare le sue posizioni a est, schierando quattro battaglioni multinazionali negli stati baltici (Lituania, Lettonia, Estonia) e in Polonia. Paesi che più degli altri avvertono la minaccia di Mosca dopo la sua annessione forzata della Crimea nel marzo 2014.

“Questo sarà un segnale chiaro che la Nato è pronta a difendere tutti i suoi alleati”, ha detto il segretario generale dell’organizzazione, il norvegese Jens Stoltenberg, anticipando il prossimo vertice dell’Alleanza che si terrà l’8 e il 9 luglio a Varsavia.

Secondo l’analista Jonathan Eyal, specializzato nelle questioni di sicurezza in Europa, questo dispiegamento di forze, approvato la sera del 14 giugno dai ministri della difesa della Nato, non mira a respingere un potenziale attacco dei russi ma a scoraggiarli dal compiere iniziative aggressive.

Ognuno di questi battaglioni “rinforzati” conterà fino a mille soldati. La Germania, il Regno Unito e gli Stati Uniti dovrebbero assumere rispettivamente il comando di tre di essi, mentre la direzione del quarto non è stata ancora precisata (alcuni diplomatici ritengono che potrebbe trattarsi del Canada).

Continua a leggere su Internazionale.it

__
Foto soldiersmediacenter cc-by 2.0
(manovre Nato in Lettonia, 2014)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google