Traffico di armi tra Slovacchia, Malta e Africa: due arresti a Catania

armi_(timothytsuihin-6014439857-cc-by-sa)

È stato fermato a Catania un traffico internazionale di armi da guerra tra la Slovacchia, Malta e i paesi del Nord Africa, circuito che passava anche dalla città siciliana dove i carabinieri hanno arrestato due persone: Carmelo Piacente, un 51 esponente di un clan mafioso locale, e la convivente che facevano da snodo con persone legate a organizzazioni paramilitari in Egitto. C’è il sospetto che il traffico poteva essere destinato ad organizzazioni terroristiche. L’operazione, ha scritto la scorsa settimana il Giornale di Sicilia, è nata da un sequestro di armi effettuato a Catania nel giugno 2015 presso una ditta di spedizioni internazionale, dove in un pacco spedito dall’uomo sono state ritrovate due mitragliette e una pistola con munizioni. Simile contenuto è quello di un altro pacco destinato a Malta e bloccato in Francia: tre pistole ed una mitragliatrice. Piacente è stato arrestato nel settembre 2015 e le indagini hanno portato gli inquirenti a dimostrare che lui e la convivente avevano acquistato da una ditta con sede a Partizanske, in Slovacchia, oltre 160 tra armi da guerra e armi comuni disattivate, ma comunque non commerciabili in Italia, per un importo di circa 45mila euro. Gli acquisti erano stati portati a termine sul sito internet della società, la stessa che poi avrebbe fornito anche armi per attentati di estremisti islamici in Europa.

(Red)

__
Foto timothytsuihin cc-by-sa

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.