Logistica: ieri ed oggi. Parte 1

Iniziamo oggi una serie di interventi sulla “Logistica”, argomento del quale tutto si è detto, ma molto rimane da dire. Si comincia dall’etimologia della parola stessa ed un po’ di storia. Seguiranno degli approfondimenti sullo sviluppo della logistica nel mondo, in Italia, in Giappone, terra in cui alcune concezioni di logistica si sono sviluppate e hanno poi influenzato la gestione industriale nei nostri giorni. Tecniche specifiche di gestione dei materiali, logistica integrata, Supply Chain Management e concetti di gestione aziendale saranno poi affrontati in dettaglio, con un occhio particolare anche alla zona alla quale i nostri lettori sono maggiormente interessati, il Centro Est Europa. Cercheremo di mantenere una cadenza settimanale, e gli articoli saranno ordinati nella categoria Trasporti.

Nel tempo, sono state date diverse definizioni di logistica, ognuna delle quali si differenzia dalle altre a causa dell’azmpiezza di visione con cui viene considerata questa materia.

Secondo la definizione data dall’Associazione Italiana di Logistica (AILOG), essa è “l’insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell’azienda i flussi di materiali e delle relative informazioni dalle origini presso i fornitori fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti e al servizio post-vendita“.

Il termine “logistica” deriva dal greco “lógos” (λόγος) che significa “parola” o “ordine” ; per i greci infatti i due concetti erano strettamente collegati ed espressi con lo stesso grafema ovvero “segno grafico”. Da lógos deriva anche “logica” cioè lo studio delle argomentazioni ed il modo in cui risultano corrette, tale termine come si vede, si rifà allo stesso concetto di “ordine”. Logistikè = arte di calcolare, di fare ragionamenti; Logista, un magistrato ateniese davanti a cui tutti gli impiegati dello stato dovevano presentarsi per render conto del loro operato. Altra interpretazione etimologica viene dal francese “loger” che significa “locare”, “allocare”.

Le origini della logistica si trovano già nell’antichità ed hanno una connotazione prettamente militare.

Essa infatti veniva considerata una branca dell’arte militare che trattava tutte quelle attività volte ad assicurare agli eserciti quanto si rendesse necessario per vivere, muovere e combattere nelle migliori condizioni di efficienza.

Alessandro il Grande attraversò il mar Egeo per iniziare la conquista dell’Impero Persiano e nulla avrebbe potuto fare senza un apparato logistico adeguato a supporto dell’immenso esercito che lo seguiva.

Ai tempi dei Romani Caio Giulio Cesare  istituì la figura del logista tra gli ufficiali in servizio nelle sue legioni, in qualità di responsabile degli approvvigionamenti.

Questa identificazione della logistica come attività esclusivamente militare (logistica militare) rimane valida fino alla seconda guerra mondiale quando la scala globale del conflitto portò a sforzi logistici fino ad allora inimmaginabili, basti pensare all’operazione “Overlord” in Normandia (Sbarco Alleato, 2° Conflitto Mondiale). Solo nel dopoguerra il concetto comincia ad essere ampliato e viene esteso anche al settore economico ed industriale.

Le prime applicazioni in campo industriale compaiono verso gli anni sessanta, per lo più restando ferme alla semplice gestione di magazzini e trasporti, quindi meramente di supporto alle attività di produzione e vendita.

Solo verso fine degli anni sessanta e poi nel decennio successivo, si comincia ad intravvedere il tentativo di razionalizzare la filiera distributiva, attraverso interventi volti all’ottimizzazione dei vari settori che la compongono.

Solo a partire dalla metà degli anni ottanta, iniziano a comparire nuove logiche di gestione e nuovi concetti di gestione dei materiali e delle attività. Si comincia a parlare di “MRP” (Material Requirements Planning), di “JIT” (Just In Time) e di “Logistica dei Materiali”. Quest’ultima, chiamata anche “Material Management”, indica tutte le attività svolte al fine di assicurare un corretto e tempestivo flusso di materie prime, di materiali ed il loro utilizzo.

(FFW)

1 comment to Logistica: ieri ed oggi. Parte 1

  • FFW

    In merito a questo articolo, vorrei precisare che nell’Operazione Overlord del 6 Giugno 1944, vennero impiegate:
    6 divisioni via mare e tre via aria
    6000 navi, 4000 mezzi da sbarco, 130 navi da guerra
    11000 aerei inclusi 1000 aerei da trasporto…
    Molti anni fa ho organizzato, a Genova, il trasporto e l’imbarco di 24.000 metri cubi di materiale vario ed eccezionale, proveniente da tutta Italia, su una sola nave ed in soli due giorni… il ricordo mi fa sudare ancora oggi…

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google