RS – Il mondo adesso

stampa0

Attacco a Tel Aviv, Israele sospende i permessi d’ingresso per i palestinesi.La sera dell’8 giugno quattro persone sono morte e altre sedici sono rimaste ferite quando due palestinesi hanno aperto il fuoco nel mercato all’aperto di Sarona, in quello che il governo israeliano ha qualificato come un attacco terroristico. La polizia ha arrestato gli aggressori, due cugini palestinesi originari di Yatta, in Cisgiordania. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha promesso “misure offensive e difensive” in risposta all’attacco e, secondo fonti palestinesi, l’esercito israeliano ha già bloccato l’accesso all’area intorno a Yatta. Sono stati inoltre sospesi tutti gli 83mila permessi d’ingresso in Israele rilasciati ai palestinesi in occasione del Ramadan.


In Francia continuano gli scioperi alla vigilia degli Europei di calcio. I ferrovieri francesi hanno indetto una nona giornata di mobilitazione contro la riforma del lavoro, con un treno su due fermo su alcune tratte. Inoltre nelle strade delle grandi città si ammassano i rifiuti: su appello della Confédération générale du travail sono stati bloccati due importanti centri di smaltimento dei rifiuti nella regione parigina, un inceneritore vicino a Marsiglia e altri due sui Pirenei. Domani sera cominciano gli Europei di calcio, un torneo che durerà un mese.


Dubbi sull’identità dell’eritreo estradato ieri in Italia per traffico di esseri umani. Secondo alcune fonti interpellate dalla Bbc l’uomo arrivato l’8 giugno in Italia non è Mered Yehdego Medhanie, il presunto boss di un’organizzazione dedita al traffico di esseri umani, ma Mered Tesfamariam, 28 anni, un uomo innocente che gli somiglia.


Circa duecento lavoratori africani stanno manifestando davanti al comune di San Ferdinando, in Calabria. La protesta è scoppiata dopo la morte di Sekiné Traoré, ucciso l’8 giugno da un carabiniere nella tendopoli dove vivono gli stagionali impiegati nella raccolta delle arance e degli ortaggi. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, l’agente era intervenuto insieme a due pattuglie dei carabinieri e uno della polizia per sedare una lite.


Duplice attentato a Baghdad, almeno 22 morti. Due attacchi separati con autobombe nella capitale irachena hanno causato più di 22 morti e una settantina di feriti. Negli ultimi giorni in Iraq si sono moltiplicati gli attentati mentre l’esercito è impegnato nella riconquista di Falluja, la città sotto il controllo del gruppo Stato islamico dall’inizio del 2014. Secondo l’Onu a Falluja almeno 90mila civili sono intrappolati dai combattimenti.


Un tribunale di Papua Nuova Guinea vieta le proteste degli studenti. Dopo che la polizia ha sparato sugli studenti dell’Università di Papua Nuova Guinea che manifestavano contro la corruzione del primo ministro, una corte ha vietato le proteste e ha ordinato agli studenti di tornare a lezione. Il governo contesta il bilancio delle violenze degli scontri dell’8 giugno: secondo le prime notizie quattro giovani sarebbero rimasti uccisi, ma le autorità oggi parlano solo di 38 feriti.


Attacco a una base militare in Somalia. Il gruppo jihadista somalo Al Shabaab ha dichiarato di aver assaltato una base della missione dell’Unione africana ad Halgan, nella Somalia centrale, e di aver ucciso 43 soldati etiopi. L’Etiopia non ha confermato la perdita delle sue truppe. L’Unione africana, a sua volta, ha dichiarato che nelle violenze sono stati uccisi 110 combattenti jihadisti.


Potrebbe essere stato trovato l’antenato dell’Homo floresiensis. Il piccolo ominide, alto circa un metro, è vissuto fino a circa 50-60mila anni fa sull’isola indonesiana di Flores. Sulla stessa isola sono stati trovati i fossili di un ominide più antico, risalente a 700mila anni fa. I resti appartengono ad almeno un adulto e due bambini. I ricercatori pensano che questi ominidi, pure di bassa statura, siano discendenti dell’Homo erectus.


I thailandesi festeggiano settant’anni di regno di re Bhumibol Adulyadej.Le celebrazioni sono cominciate con una cerimonia religiosa officiata da 770 monaci buddisti. Il sovrano, 88 anni, è il più anziano re ancora in carica. Molto amato dai thailandesi, è un simbolo di stabilità in un paese segnato da decenni di conflitti politici. Tuttavia Bhumibol è malato e due giorni fa è stato operato al cuore.


Dal sito Internazionale.it

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google