Andrej Danko a Praga: i piccoli Stati non dovrebbe essere puniti per le loro opinioni

andrej-danko_(www.nrsr.sk)

In visita ufficiale in Repubblica Ceca, il presidente del parlamento slovacco Andrej Danko (SNS) ha detto lunedì che i piccoli paesi come la Slovacchia non dovrebbero essere puniti per le loro opinioni, nemmeno su materie come le quote obbligatorie di reinsediamento dei migranti che il suo Paese rifiuta. Una posizione condivisa in pieno con il suo omologo capo del senato (la camera alta) del parlamento ceco Milano Stech. Non bisogna avere paura di ragionare e parlare con la propria testa, ha detto Danko, ricordando che sia la Slovacchia che la Repubblica Ceca rispettano gli obblighi derivanti dall’essere membri dell’Unione europea, ma rifiutano l’introduzione di quote obbligatorie e le eventuali sanzioni per la loro mancata applicazione. Stech è della stessa idea, e aggiunge che il suo Paese vuole una maggiore tutela delle frontiere dello spazio Schengen.

Secondo Danko i piccoli Stati dell’UE, come quelli membri del Gruppo di Visegrad (V4 / Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca), dovrebbero stare insieme e aiutarsi a vicenda, e ha offerto di utilizzare la prossima presidenza slovacca dell’UE (dal 1° luglio) per dare voce anche alle istanze dei colleghi del V4. «Noi rispettiamo i nostri doveri nella UE, ma dalla UE vogliamo anche essere compresi», ha detto Danko spiegando che nessuno vuole distruggere l’Unione.

In questa prima visita a Praga Danko era accompagnato da tre dei suoi vice presidenti: Martin Glvac (Smer-SD), Andrej Hrnciar (#Siet) e Lucia Nicholsonova (Libertà e Solidarietà / SaS), lasciando a casa a gestire il Consiglio nazionale solo Bela Bugar (Most-Hid).

Nella visita Danko ha incontrato anche il ministro degli Esteri Zahoralek, il primo ministro ceco Bohuslav Sobotka e il presidente della camera bassa del parlamento ceco Jan Hamacek.

(Red)

__
Foto www.nrsr.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.