Nel 2015 annegate 122 persone in Slovacchia, un terzo di loro aveva bevuto

altitatra-strbske_(vendin-14168487401-cc-by)

L’anno scorso sono annegate 122 persone in Slovacchia, di cui 51, quasi la metà, nei fiumi del paese, 21 in laghi e stagni e 16 nei bacini artificiali. I rimanenti casi riguardano incidenti accaduti a persone che sono cadute in pozzi, vasche di scarico o cisterne scoperte. Ben 42 casi di annegamento sono stati ricondotti lo scorso anno all’uso di alcol. Erano stati 36 nel 2014. Il maggior numero di annegamenti nel 2015 ha riguardato le persone tra i 50 e 60 anni (31), seguite dagli ultrasessantenni (18).

Le statistiche di casi di annegamento vengono tenute dal 1986, e il numero annuale di incidenti si è stabilizzato intorno a 120 nell’ultimo decennio. L’anno peggiore è stato il 1991, quando morirono annegate in Slovacchia ben 189 persone.

Questi dati sono stati riportati dal servizio di soccorso in acqua della Croce Rossa, che con l’arrivo dell’estate avvisa gli slovacchi di non dimenticare mai quanto sia pericoloso bagnarsi in acque non controllate senza le dovute precauzioni. In particolare, gli uomini del soccorso avvertono che con il gran caldo chi si butta in acqua dopo aver bevuto qualche birra o bicchierino deve sapere che il tuffo può avere conseguenze fatali. Ma si mettono in guardia anche coloro che stanno al sole tutto il giorno per abbronzarsi e all’improvviso saltano in acqua, facendo subire uno shock termico al proprio corpo, che potrebbe reagire in maniera imprevista.

(Red)

__
Foto vendin cc-by-2.0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google