USA 2016, la Clinton nella storia

Lʼex first lady, dopo lʼultimo SuperTuesday, che ha visto il voto in sei Stati, ha raggiunto i numeri necessari per diventare la candidata in pectore per i democratici: “Questa vittoria appartiene a tutte le generazioni che hanno lottato per rendere questo momento possibile, questa notte appartiene a tutti voi”.

hillaryclinton_(GageSkidmore-cc-by-sa)

«Abbiamo fatto la storia e la vittoria di stasera appartiene a intere generazioni». Sono le parole di Hillary Clinton dopo l’ultimo “SuperTuesday”, che ha consacrato l’ex first lady per la nomination democratica. È la prima volta nella storia che una donna è candidata alla presidenza degli Stati Uniti. «Grazie a voi abbiamo raggiunto una pietra miliare, la prima volta nella storia del nostro Paese che una donna conquista la nomination di un principale partito», dice la Clinton che a novembre dovrà vedersela con il repubblicano Donald Trump. Nel 2008, quando fu sconfitta dal futuro presidente Barack Obama, con amarezza osservò che «il soffitto di cristallo non era stato infranto», anche se aveva «18 milioni di crepe». Stavolta però può davvero esultare. E non a caso rispolvera la metafora: «Abbiamo infranto uno dei soffitti di cristallo più alti e più duri in America». E trova il tempo anche per una battuta, osservando sopra la sua testa quello del Brooklyn Navy Yard dove stava parlando: «Questo soffitto però non lo romperemo».

«Si è fatta la storia – prosegue Hillary – le barriere possono cadere. Giustizia e libertà possono vincere. Insieme siamo più forti… siamo una sola nazione, con giustizia e libertà per tutti… la fine delle primarie è solo l’inizio del lavoro che siamo chiamati a fare – rimarca – e se siamo uniti, saliremo insieme, perché insieme siamo più forti».

E Obama si è subito complimentato con la candidata democratica alla Casa Bianca: «Il presidente si è congratulato con il suo ex segretario di Stato Clinton per la conquista dei delegati necessari alla nomination democratica. La sua storica campagna ha ispirato milioni si cittadini, è il degno prolungamento della sua vita di impegno in favore delle famiglie, dei lavoratori, dei bambini». L’ufficio del Presidente ha annuncia a breve un incontro tra Obama e Bernie Sanders, a cui la stessa Clinton tende la mano e rende omaggio «per la sua straordinaria campagna», per aver portato nuovi elettori, soprattutto giovani, per «il dibattito vigoroso che ha sollevato sulle ineguaglianze e che è stato positivo per il partito democratico», ha detto Hillary, raggiunta sul palco dal marito Bill e dalla figlia Chelsea, prossima al parto. Nel Supertuesday del 7 giugno la Clinton ha vinto in New Jersey, New Mexico ed ha la vittoria in tasca in South Dakota, Montana e soprattutto in California. Sanders si è aggiudicato il North Dakota.

(Biagio Chiariello, FanPage.it cc-by-nc)

__
Foto Gage Skidmore cc-by-sa 2.0
Sotto: Nathaniel F cc-by-nd 2.0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google