Anche a Bratislava la Festa della Repubblica Italiana. Onorificenza a Bruno Mrak

amb_02062016

Si è svolta giovedì scorso anche a Bratislava la Festa della Repubblica Italiana. L’Ambasciata d’Italia come di consueto ha organizzato il ricevimento annuale nella Sala Dvorana del ministero della Cultura, dove sono esposte in questi giorni due mostre del festival Dolce Vitaj, una di architettura (Atlantide) e una di design italiano (Il design per tutti I giorni). In occasione della festa, due modelli di Fiat 500 erano esposte davanti all’ingresso della sala a simboleggiare la produzione industriale del Belpaese con uno dei marchi riconosciuti in tutto il mondo.

L’ambasciatore Martini ha accolto i numerosi ospiti – tra i quali il  vice primo ministro Peter Pellegrini, diversi funzionari slovacchi e tanti connazionali italiani – ricordando che si tratta di un anno «speciale per l’Italia: ricorrono infatti 70 anni dalla proclamazione della Repubblica». Ma, ha detto, «è anche un anno importante per la Slovacchia, che rivestirà per la prima volta la carica di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea. Tutta la nostra più viva amicizia e sostegno va alla Slovacchia per questo importante appuntamento, specie in un periodo ricco di sfide e crisi nel nostro continente, a cominciare dalle migrazioni, i problemi della crescita e dell’occupazione».

amb_02062016_pelleg.martin
Il vice primo ministro Peter Pellegrini, l’ambasciatore Roberto Martini

Il capo della rappresentanza diplomatica italiana in Slovacchia ha menzionato le relazioni tra i due paesi, che «sono eccellenti, come testimoniato anche dalle recenti e prossime visite ad alto livello», ultima quella del ministro dell’Economia e Finanze Pier Carlo Padoan che sarà il 13 giugno a Bratislava dove all’Università Comenius terrà una conferenza dal titolo “Una strategia politica condivisa europea per la crescita, l’occupazione e la stabilità“. E ha definito gli scambi commerciali tra Slovacchia e Italia «vivaci e promettenti», anche grazie alla presenza nel Paese di «oltre 400 imprese italiane iscritte alla Camera di Commercio Italo – Slovacca».

Martini non ha dimenticato di ricordare il crescente numero di turisti in entrambe le direzioni, verso l’Italia e verso la Slovacchia, e il crescente interesse alla conoscenza e amicizia reciproca tra i cittadini dei due paesi, che si accompagna al crescere numero di slovacchi che amano lo stile di vita italiano e vogliono imparare la lingua di Dante.

amb_02062016_mrak
il conferimento dell’onorificenza a Bruno Mrak

Infine, l’ambasciatore ha conferito al connazionale Bruno Mrak, per conto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia, con questa motivazione: «Imprenditore che con grande impegno si è dedicato al proprio lavoro, il signor Mrak si è anche distinto per l’impegno attivo in iniziative per rafforzare l’amicizia e la collaborazione tra l’Italia e la Slovacchia. Ciò sia in ambito professionale – con la costituzione della prima Unione degli Imprenditori Italiani in Slovacchia (UNIMIS) e della Camera di Commercio Italo-Slovacca – sia collaborando ad iniziative di natura istituzionale e la partecipazione a eventi di valore simbolico». L’ambasciatore ha poi appuntato la spilla della decorazione sulla giacca di Mrak, visibilmente emozionato. Bruno Mrak è friulano di Gorizia e vive in Slovacchia da oltre venticinque anni. Gestisce con la moglie l’azienda metalmeccanica Metalfil a Modra, sui Piccoli Carpazi nella Regione di Bratislava. Oltre a UNIMIS e CCIS è stato uno dei fondatori del Fogolar Furlan in Slovacchia.

Vedi qui una intervista video a Mrak realizzata dalla CCIS.

mrak4

mrak03

(La Redazione)

Foto: IIC/Igor Stancik, Mrak

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google