RS – Il mondo adesso

stampa0
I fatti del mondo che avvengono adesso

Esplode un’autobomba nel centro di Istanbul, undici morti. Stamattina è stato colpito un minivan della polizia con un ordigno innescato a distanza. L’esplosione è avvenuta nel quartiere centrale di Beyazıt, nella parte europea della città, vicino al Gran bazar e all’università. Vasip Şahin, il governatore della città, ha dichiarato che il bilancio delle vittime è di undici morti, tra cui sette poliziotti, e 36 feriti, di tre in condizioni gravi. L’attacco non è stato ancora rivendicato.


Clinton ha già i numeri per diventare la candidata democratica alla Casa Bianca. Secondo un conteggio dell’Associated Press, l’ex segretaria di stato Hillary Clinton ha il favore di un numero sufficiente di delegati (2.383) per assicurarsi la nomination. Sarà la prima donna a concorrere per la presidenza degli Stati Uniti. Tuttavia, il suo avversario Bernie Sanders non ammette la sconfitta: secondo lui non bisogna inserire nel conteggio i superdelegati, che esprimeranno il loro voto solo alla convention del partito di luglio. Oggi si svolgeranno le primarie democratiche e repubblicane in California, New Jersey e altri quattro stati.


Operazione contro i fondamentalisti islamici in Bangladesh. Dopo il ritrovamento del corpo senza testa del religioso indù Ananda Gopal Ganguly, le forze dell’ordine hanno lanciato una serie di operazioni contro i militanti estremisti islamici, accusati degli omicidi di sacerdoti, attivisti e blogger laici. Ganguly è il terzo sacerdote indù a essere ucciso nell’arco di tre giorni e, secondo la polizia, da gennaio del 2015 le vittime degli estremisti islamici sono più di quaranta. Nelle operazioni di polizia sono morte tre persone.


Elezioni da rifare ad Haiti. Dopo che una commissione di verifica ha raccomandato l’annullamento delle presidenziali dell’autunno scorso, è stata fissata al 9 ottobre la nuova data delle elezioni del capo dello stato, con l’eventuale ballottaggio fissato per l’8 gennaio 2017. Le autorità elettorali haitiane hanno inoltre annunciato una serie di misure per impedire i brogli, così diffusi nell’ultima tornata elettorale da scatenare violenti scontri tra i sostenitori dei vari candidati.


Intercettazioni illegali in Macedonia, il presidente cancella l’amnistia per tutti i politici coinvolti. Gjorge Ivanov ha revocato l’amnistia, concessa due mesi fa, per gli ultimi 34 dei 56 politici e i funzionari implicati in uno scandalo di intercettazioni illegali che ha scosso il paese perché riguarda ventimila macedoni. Ivanov aveva già revocato l’amnistia per 22 persone a fine maggio. Il caso ha scatenato violente proteste nel paese e dure condanne a livello internazionale. L’instabilità politica ha spinto il governo a rinviare indefinitamente le elezioni legislative, previste per il 5 giugno.


Kuczynski è ancora in vantaggio nelle presidenziali peruviane. Ma lo scarto su Keiko Fujimori, la figlia dell’ex dittatore, è minimo. Con il 95 per cento delle schede scrutinate, l’ex banchiere di Wall street ha ottenuto il 50,2 per cento dei voti, con una differenza in termini assoluti di appena 60mila preferenze in più rispetto a Fujimori. Lo scrutinio durerà ancora alcuni giorni perché si attendono i voti delle ambasciate all’estero e quelli delle aree rurali più lontane da Lima. La figlia dell’ex dittatore, vincitrice al primo turno, ha perso consensi per gli scandali che hanno coinvolto alcuni suoi collaboratori.


L’Aiea rileva attività nel reattore nordcoreano di Yongbyon. Dall’esame delle immagini satellitari l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, che non ha accesso in Corea del Nord, ha constatato che sono riprese le attivitànell’impianto dove si arricchisce il plutonio. Nel 2015 il governo di Pyongyang aveva già annunciato la riapertura del reattore, che era chiuso dal 2007, ma non era stata confermata da altre fonti.


Maltempo in Australia, le onde erodono cinquanta metri di spiaggia a Sydney. Alcune case del quartiere esclusivo di Collaroy beach rischiano di crollare perché gravemente danneggiate dalle forti onde e dall’alta marea. Ilmaltempo sulla costa orientale dell’Australia ha causato quattro morti e tre dispersi.


È morto l’autore teatrale britannico Peter Shaffer. Aveva novant’anni e nel corso della sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Tra le sue opere più famose, le pièce teatrali Equus e Amadeus, da cui è tratto il film di Milos Forman.


Dal sito Internazionale.it

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google