Kosice: decine di persone infette da encefalite da zecche

sanit-ospeda_(Parentingupstream-CC0)

Alla fine della scorsa settimana sono stati registrati a Kosice, nell’est della Slovacchia, numerosi casi di infezione da encefalite da zecche. Diciotto persone sono state ricoverate nel reparto di Infettivologia e medicina di viaggio dell’Ospedale universitario Pasteur di Kosice. E mentre due di loro sono stati dimesse lunedì, altre ne sono state ricoverate nel frattempo, portando ieri a 24 il numero totale di pazienti ospitati in reparto, mentre altri quattro sono stati curati in ambulatorio.

A quanto pare, la causa dell’infezione sarebbe da addebitarsi al consumo di formaggio di pecora. Considerando che il periodo di incubazione dell’infezione è di 7-14 giorni, il numero delle persone colpite potrebbe non essere definitivo, avverte il nosocomio. Il contagio si manifesta in due fasi, la prima che mostra i sintomi di una lieve influenza, come perdita di appetito e problemi intestinali Dopo tre o quattro giorni appare la cosiddetta fase asintomatica, che può durare anche 20 giorni, e arriva poi la seconda fase, caratterizzata da febbre alta, mal di testa, vomito, ipersensibilità alla luce, torcicollo e altri sintomi che coinvolgono il sistema nervoso centrale. L’ospedale informa di registrare mediamente appena sei casi di encefalite da zecche all’anno, e un contagio così ampio non lo registrava da almeno un lustro.

(Fonte Tasr)

___
Foto Parentingupstream CC0/public domain

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.