Presidente Kiska: le mancanze dello Stato danno benzina all’estremismo

dubovcova-kiska_(prezident.sk)

Incontrando la scorsa settimana il Difensore pubblico Jana Dubovcova, che gli ha presentato la sua annuale per il 2015, il presidente Andrej Kiska ha criticato i parlamentari per la loro mancanza di interesse in questo ufficio. La Commissione europea, ha detto Kiska dichiarandosi «deluso», «ha puntato il dito su questa nostra mancanza, e tuttavia sono pochissimi i deputati – di governo e di opposizione – che presenziano alle sedute parlamentari sulla protezione dei diritti umani».

Il presidente ha ricordato che sono tanti i problemi che l’ufficio della Dubovcova affronta ogni giorno, dalle questioni dei rom alle polarizzazioni della società, temi che dovrebbero avere una maggiore audience. È necessario dare ascolto al Difensore civico, ha ammonito.

E oggi sappiamo, ha rimarcato con forza, che se lo Stato trascura i suoi doveri in queste aree, lascia spazio all’estremismo, che continuerà a crescere. Ogni fallimento dello Stato, ha detto, è vento nelle vele dell’estremismo.

Kiska ha anche fatto un esempio concreto di problemi di lungo termine non risolti, parlando di restituzioni, ovvero la riconsegna ai legittimi proprietari e ai loro eredi dei beni – soprattutto immobili – confiscati dallo stato comunista. Decine di migliaia di persone sono in attesa da oltre 20 anni per vedersi riconosciuti i propri diritti, questo non è un fallimento della giustizia, ma il fallimento dello Stato sotto forma di un ammasso di diverse autorità pubbliche.

Il capo dello Stato ha discusso anche di istruzione con la Dubovcova, la quale ha sottolineato la necessità di «migliorare le carenze del sistema scolastico», una questione rilevata anche dalla Commissione europea, «altrimenti potremmo affrontare un procedimento giudiziario» da parte di Bruxelles.

Kiska ha detto di auspicare che il nuovo parlamento (eletto il 5 marzo scorso) troverà spazio e tempo per trattare in modo approfondito gli avvertimenti del Mediatore pubblico e si occuperà di trovare delle soluzioni. Vale ben poco, ha detto, l’approvazione formale della sua relazione se non si aderisce al suo contenuto.

(Red)

__
Foto prezident.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.