Amnesty: la Slovacchia aggira l’embargo alla vendita di armi all’Egitto

difes-forzearm_(www.mil.sk)

Il quotidiano Sme ha scritto che sono stati spedite armi dalla Slovacchia all’Egitto, come sarebbe indicato nella relazione annuale sul commercio del settore armamenti per il 2015, nonostante viga il regime di embargo della UE. Una questione sottolineata anche dall’ultimo rapporto di Amnesty International (AI), il quale afferma che la metà dei membri UE ignora il divieto di vendita di armi al governo egiziano.

L’Unione europea si è impegnata a non fornire armi all’Egito quando la repressione interna a seguito delle proteste che scossero il paese uccise più di 900 persone in un solo giorno (secondo i dati di Human Rights Watch). Ma Il Cairo continua a ricevere armi da 13 paesi membri dell’UE, tra i quali la Slovacchia e gli altri paesi del gruppo di Visegrad (Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca).

La Slovacchia ha garantito consegne all’Egitto per un valore di 11,3 milioni di euro, ma finore le forniture arrivano a 250.000, secondo Sme. Tra le attrezzature militari vendute agli egiziani vi sono mirini edispositivi per il controllo del tiro, e veicoli militari fuoristrada. I produttori slovacchi vendono anche ad altri regimi arabi, come l’Arabia Saudita e l’Algeria.

Secondo AI, le armi vanno a forze egiziane che continuano a torturare, rapire e detenere cittadini in grande quantità, una repressione che continua anche dopo il colpo di stato militare che ha deposto Morsi e portato al potere il generale el-Sisi.

(Red)

__
Foto www.mil.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.