Aeroporti, ministro Brecely: vedrei bene cooperazione tra Bratislava e Vienna

aeropor-brati_(bts.aero)

In una intervista all’agenzia Tasr il ministro dei Trasporti Roman Brecely (#Siet), parlando del futuro dell’aeroporto di Bratislava, ha detto di poter immaginare una cooperazione con lo scalo di Vienna. La breve distanza tra i due (circa 40 km) mette in condizione di svantaggio il piccolo aeroporto slovacco, oggi regno quasi incontrastato dei voli low-cost di Ryanair che qui ha una delle sue basi operative.

Ma una collaborazione tra i due potrebbe portare grandi benefici, ad esempio destinando a Bratislava alcuni voli che non si adatterebbero all’orario di Schwechat, inclusi potenziali voli intercontinentali. Brecely ha citato come possibile esempio da seguire l’accordo esistente tra l’aeroporto di Kosice e Schwechat, che ne possiede il 66% dal 2006 (il resto, 34% è rimasto di proprietà dello Stato). Nella stessa operazione di privatizzazione, Vienna in consorzio con la banca Raffeisen e il gruppo finanziario ceco-slovacco Penta (il consorzio  TwoOne ) avrebbe voluto comprare anche la maggioranza (il 66%) dell’aeroporto di Bratislava, una vendita approvata nei primi mesi del 2006 dal secondo governo di Mikulas Dzurinda, ma poi rigettata dal seguente governo di Robert Fico pochi mesi dopo. Da allora i vari governi che si sono succeduti si sono impegnati nei loro programmi a cercare un investitore strategico per lo sviluppo dello scalo, che si impegnasse a prenderne in carico la gestione per un periodo di 30 anni, ma finora nessuno si è fatto avanti.

Il ministro Brecely si è espresso anche sulla possibile creazione di una nuova compagnia di bandiera, che ormai manca in Slovacchia da diversi anni, un tema che è indicato nel programma del nuovo governo. La Slovacchia non ha risorse pubbliche sufficienti per coprire i costi di una compagnia aerea, ha ammesso Brecely, ma si cercherà di trovare un partner e un modello di business che non debba necessariamente essere sostenuto solo con le finanze dello Stato, e che collabori con alcuni partner strategici o all’interno di una alleanza di aerolinee internazionali.

(Fonte Tasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.