Via a scambio automatico di informazioni finanziarie tra Slovacchia e Stati Uniti

usa-eu_soldi_(publicdomainpic 69526@pix)

Il ministero delle Finanze slovacco potrà tenere d’occhio le aziende slovacche che “sono fuggite” nei paradisi fiscali – non quelle che hanno la sede a Cipro, Panama o nelle Isole Vergini, ma, per il momento, quelle che risiedono negli Stati Uniti – grazie allo scambio di informazioni automatico messo in atto come mossa chiave nella lotta all’evasione fiscale. È la prima volta che viene messo in piedi un sistema di scambio di informazioni automatico con le autorità di uno Stato straniero.

Gli Usa ospitano il secondo maggior numero di aziende slovacche che cercano di eludere le tasse nella madre patria. Secondo quanto afferma il ministero, le diverse autorità finanziarie slovacche possono inviare le informazioni obbligatorie alla Direzione fiscale (il fisco) fino alla fine di giugno di quest’anno. E queste informazioni saranno poi trasmesse entro settembre negli Stati Uniti.

Le autorità della Slovacchia potranno quindi per la prima volta avere una panoramica completa sulle finanze dei cittadini e aziende slovacche in un altro paese. E scoprire ad esempio che tengono solo pochi spiccioli nelle banche slovacche e magari nel frattempo nascondono tesori non dichiarati in America. Gli Usa fanno solo da apripista, perché il ministero aprirà questo tipo di collaborazione con altri 74 paesi di tutto il mondo a partire dal 2017.

(Red)

__
Foto PDP CC0/Public domain

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.