Terrorismo in Europa, i nuovi poteri di Europol

Scovare le connessioni tra i terroristi per vanificare il loro operato in Europa. È questo l’obiettivo dell’Europol che attraverso la cooperazione internazionale tra organismi di polizia dei diversi Stati, insiste sull’importanza dello scambio di esperienze operative. [Di Diego Biolchini, Affarinternazionali.it]

parigi_terror_(suzanneschols-23016151365-by-nd)

Le nuove realtà operative dell’Europol

Al fine di raggiungere questo complesso obiettivo, al quale va sommato quello contiguo rappresentato dalla lotta ai network criminali di trafficanti di esseri umani, sono nati a inizio anno 2016 due Centri specialistici dipendenti dall’Europol.

Il primo è l’European Counter-Terrorism Center, Ectc, un progetto diretto da Manuel Navarrete Paniagua, già alto funzionario Guardia Civil con vasta esperienza operativa nell’anti-terrorismo spagnolo e nel contrasto all’Eta. Il secondo è l’European Migrant Smuggling Center, Emsc, diretto da Robert Crepinko, già funzionario della polizia slovena.

Secondo quanto dichiarato dai responsabili Europol, diversi agenti operanti sotto il coordinamento dell’Ectc e in stretto raccordo con altre Agenzie europee come Frontex sono stati di recente dislocati in “punti caldi” (c.d. Hot Spots, vale a dire aree caratterizzate da specifica e rilevante pressione migratoria) dell’Europa Sud-Mediterranea in attività di controllo nei centri di registrazione per i rifugiati. Le indagini, condotte a scopo di prevenzione sono connesse alla sicurezza ed applicate ai flussi migratori correnti.

Terroristi confusi tra i migranti?

L’attività degli agenti è finalizzata a identificare l’eventuale presenza di potenziali soggetti radicalizzati, aventi scopi di infiltrazione terroristica in Europa. Essa è condotta con diversi strumenti e modalità contemplando supporto investigativo, scambio informativo e riscontri da banche dati.

Le nuove attività in Hot Spots saranno un banco di prova importante nell’ottica della definizione e validazione di nuove procedure di sicurezza, richieste dagli ingenti flussi migratori verso l’Unione. In questo settore Europol esprime una crescente capacità di analisi e interscambio informativo, svolgendo altresì attività di sostegno a potenziamento delle singole forze di polizia degli Stati Membri.

Il compito non sarà verosimilmente facile. Tra ipotizzabili mimetismi ideologici e contraffazioni documentali, l’identificazione di eventuali soggetti criminali da intercettare all’interno dei flussi di migranti richiederà un forte supporto analitico e tecnologico.

La specificità della potenziale minaccia odierna consistente nel rischio di avere terroristi “confusi” tra i migranti – seguendo quasi il vecchio slogan maoista del “vivere come il pesce nell’acqua” – richiederà inoltre capacità professionali aggregate, combinando esperti di terrorismo (in relazione a profili individuali da individuare e monitorare) e di criminalità organizzata (in relazione alle filiere di trafficanti di esseri umani e illegal immigration networks, che potrebbero facilitare eventuali ingressi di terroristi per semplice profitto economico).

In tale contesto, la canonica distinzione di categorie tra nazionale e internazionale, mondo degli Affari interni e degli Affari esteri appare sempre più labile e sfumata: gli organismi di polizia giudiziaria si trovano a fronteggiare, de facto, spettri di minaccia ramificati, che vedono sempre più spesso collegamenti trasversali del tipo: Stato di residenza/Stati esteri/Stati di passaggio.

Continua a leggere

__
Foto suzanneschols cc-by-nd

2 comments to Terrorismo in Europa, i nuovi poteri di Europol

  • franco wendler

    Mi sento ignorante: cosa sono le “relazioni identitarie”? :))

  • Redazione

    … trattandosi di terrorismo (islamico, o pseudo tale), presumo che le relazioni identitarie possano essere le connessioni degli immigrati in Europa con il loro paese (cultura/confessione religiosa) di origine … Insomma le influenze della propria storia identitaria (personale e collettiva) sul pensiero e le azioni degli immigrati

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google