Urso: nelle bollette energetiche del 2015 fatturati 4 milioni più del dovuto

impianto di riscaldamento

È abbastanza comune per le società energetiche praticare prezzi diversi per le forniture di energia, anche oltre i massimi imposti dal regolatore del mercato energetico. Ma l’anno scorso, scrive il sito vEnergetike.sk, l’Ufficio di vigilanza Urso ha notato un enorme incremento di tali pratiche. Se nel 2014 i fornitori di energia hanno dovuto restituire ai propri clienti, in base alle risoluzioni di Urso, 92 mila euro l’anno scorso tale somma è stata pari a 4,4 milioni di euro. Si tratta della differenza tra il prezzo praticato e il prezzo massimo che le imprese del settore, che sono soggette a regolamentazione, possono imporre ai propri clienti in base alle normative di legge vigenti.

La somma di 4,396 milioni di euro da rimborsi, che è in gran parte il risultato delle ispezioni continue e serrate svolte da Urso nel 2015, indicano che non va abbassata la guardia. Un gran parte di quella cifra è risultante da sovrapprezzi praticati dalle aziende di riscaldamento, che avrebbero fatturato un maggiore prezzo per un errato calcolo – non è chiaro se intenzionale o no – della componente variabile dei prezzi del riscaldamento. Tale componente vale per circa il 70% del prezzo totale fatturato.

(Red)

___
Foto: un impianto di riscaldamento

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google