SPPK: indispensabile un fondo di emergenza per danni all’agricoltura da eventi meteorologici

ambiente (j-belmonte-flickr) agrico

I danni ai raccolti agricoli dovuti a gelate tardive hanno rinnovato il dibattito nel settore sulla creazione di un fondo di garanzia ed emergenza che dovrebbe rimborsare gli agricoltori per le bizzarrie meteorologiche inattese. La Camera slovacca dell’industria agroalimentare (SPPK) ritiene che il moltiplicarsi degli eventi avversi dovuti al cambiamento climatico negli ultimi due anni dovrebbe spingere a sviluppare un fondo che veda la partecipazione di assicurative, agricoltori e autorità statali per andare a proteggere il settore da eventi che solitamente non sono coperti dalle normali polizze di assicurazione – i cosiddetti rischi non assicurabili o difficilmente assicurabili. Meccanismi simili sono in funzione nei paesi vicini, ad esempio l’Austria ha un Fondo per le calamità a cui contribuiscono lo Stato federale, i land, gli agricoltori e tutti i dipendenti del settore.

Ma SPPK suggerisce di aderire al tuttavia al sistema ceco, un Fondo di garanzia al quale concorrono allo stesso modo sia lo Stato che gli agricoltori, e che copre i danni causati da siccità, piogge eccessive, e altre calamità, ma risarciscono solo le imprese che sono già assicurate dalle assicurazioni commerciali.

Le aziende socie di SPPK sono tra le più danneggiate dalle recenti gelate primaverili. Entro il 12 maggio gli agricoltori, viticoltori e frutticoltori faranno un resoconto preliminare dei danni subiti, che una volta presentato al ministro dell’Agricoltura Gabriela Matecna (SNS) dovrebbe essere discusso in una riunione del Consiglio per l’Agricoltura e la Pesca dell’UE che si terrà la prossima settimana. Alla stessa riunione l’Austria intende presentare una domanda di risarcimento da fondi europei per i danni del gelo.

(La Redazione)

__
Foto Jeff Belmonte cc-by

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.