Sefcovic: ritiro causa slovacca contro Bruxelles sarebbe di buon auspicio per presidenza UE

eu-commiss_(gertcha_2067915189@flickr_CC-BY-NC)

La Commissione europea accoglierebbe con grande favore la rinuncia della Slovacchia alla causa contro la UE sulle quote per il reinsediamento dei migranti. Così ha dichiarato il vice presidente della Commissione e commissario slovacco per l’Unione Energetica Maros Sefcovic intervistato ieri dall’emittente slovacca Radio Expres. Sefcovic, che è stato confermato a Bruxelles con il pieno sostegno del governo di Robert Fico che nel dicembre scorso ha depositato il suo ricorso alla Corte europea di giustizia, ha detto che il presidente Juncker e gli altri commissari vedrebbero come un segnale positivo l’abbandono da parte della Slovacchia dell’azione legale prima di iniziare, il 1° luglio di quest’anno, la sua Presidenza del Consiglio dell’UE.

Nel resoconto che ne ha fatto l’agenzia Tasr, Sefcovic ha comunque garantito che il successo della Slovacchia nella sua funzione di presidenza sarà misurato soltanto sulla base dei risultati raggiunti, pur ricordando che la crisi migratoria sarà uno dei principali temi caldi del semestre di presidenza, e i singoli Stati membri saranno chiamati a concentrarsi su misure che li uniscono, piuttosto che dividerli.

Sempre riportando i ‘desiderata’ della Commissione UE, Sefcovic ha segnalato che «la Slovacchia dovrebbe indicare le cose per le quali è disposta a fare molto, soprattutto per quanto concerne la protezione delle frontiere esterne dell’Europa». Il governo dovrebbe rivolgere i propri sforzi su come integrare maggiormente i migranti nella società, come è avvenuto con il recente esempio dei cristiani assiri provenienti dall’Iraq, ha sottolineato.

(La Redazione)

_
Foto Stuart Chalmers cc-by-nc

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.