La Giornata Internazionale della Poesia alla Cattedra di Romanistica di Nitra

romanis-nitra1

In occasione della “Giornata internazionale della poesia“ l’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava in collaborazione con la Cattedra di Romanistica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Costantino il Filosofo di Nitra (in Slovacchia) ha preparato un simposio letterario con la partecipazione dei poeti slovacchi: Mila Haugová (*1942), Eva Luka (*1965), Andrej Šeliga (*1977), Peter Bilý (*1978) e Marián Grupač (*1973), le cui poesie sono state tradotte in italiano dal rinomato Prof. PhDr. Pavol Koprda, DrSc. in collaborazione con un collettivo di autori.

Il convegno è stato organizzato il 21 marzo 2016 alle ore 10:00 nella Sala Solenne “Costantino il Filosofo” dell’UKF in Trieda Andreja Hlinku a Nitra.

La conferenza è stata realizzata grazie a un’iniziativa particolare di Mila Haugová, poetessa slovacca famosa a livello internazionale. Nella sua poesia eccelle l’assimilazione di grammatologia derridiana, fatta tutta sua, autoespressione che tocca i limiti della trasumanazione. Le sue poesie sono state tradotte in Austria, Bulgaria, Francia, Germania, Italia, Polonia, Regno Unito, Russia e Ungheria. Haugová è anche traduttrice di poesia; ha tradotto in lingua slovacca gli scrittori austriaci P. Celan, F. Mayröcker, I. Bachmann, G. Trakl, Ch. Lavant, T. Bernhard e altri.

L’ospite italiana è stata Milica Marinković con la sua esposizione informativa sull’antologia “Continente poesia. Antologia poetica europea“.

Dopo i discorsi ufficiali inaugurali del capo cattedra doc. PhDr. Eva Švarbová, PhD., della direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, Dott.ssa Antonia Grande, del prodecano per le Relazioni internazionali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Costantino il Filosofo di Nitra PhDr. Mgr. Ľuboš Török, PhD., in nome del decano Prof. PaedDr. Bernard Garaj, CSc., l’evento si aprì con la presentazione di “Continente poesia. Antologia poetica europea“ (2015) di cui autori sono Dott. Lino Angiuli, Dott.ssa Maria Rosaria Cesareo, Dott.ssa Diana Battaggia e Mgr. Milica Marinković.

romanis-nitra3

M. Marinković, dottoranda di ricerca in Francesistica all’Universita di Bari “Aldo Moro”, e in Canada, presso il Centre Anne-Hébert, Université de Sherbrooke, traduttrice in/da diverse lingue, ha curato con L. Angiuli, che si occupa da decenni di poesia e di altre scritture, l’antologia Tempi d’Europa (La Vita Felice 2013). Marinković si dedica alle lingue e letterature romanze e al loro rapporto con la lingua e la letteratura serbe. Durante la conferenza ha presentato al pubblico slovacco Tempi d’Europa (2013), AAA Europa cercasi (2014) e il progetto europeo de La Vita Felice si conclude con l’antologia poetica internazionale Luoghi d’Europa (2015) a cura di Angiuli e D. Battaggia, con prefazione di Daniele Maria Pegorari e 36 poeti europei, con il Patrocinio di Fondazione Roma – Arte e Musei. Nelle pagine di quest’antologia, secondo D. M. Pegorari, il lettore leggerà forse per la prima volta le lingue vora, cimbra, francone, ladina e croata-molisana o scoprirà che alcuni autori cechi, maltesi, italiani, inglesi, finlandesi e ungheresi possono “dire” di più e meglio se non usano un solo codice, ma ibridano la lingua madre con altre ancora più parziali o, viceversa, con le grandi lingue nazionali europee. Secondo i curatori la poesia è ben lieta di servire non se stessa ma una causa nobile qual è quella che vuole guardare indietro e avanti, per un futuro comune da costruire con mezzi creativi sotto i cieli d’Europa. Pavol Koprda ha tradotto in lingua slovacca le poesie di Gabriela Magalová.

Koprda ha parlato della sua opera “Studi Italo – Slovacchi“, a. 4, num. 1/maggio 2015, la rivista scientifica sotto il patrocinio del Ministero della Cultura della Repubblica Slovacca, dedicata alle poesie dei poeti slovacchi tradotte in italiano.

romanis-nitra2

Durante questo incontro culturale le poesie sono state lette dagli stessi poeti slovacchi nella lingua slovacca (cioè nella loro lingua madre). Prima della loro lettura gli assistenti-docenti della Cattedra di romanistica hanno offerto all’attenzione altrui una breve prefazione dedicata al curriculum vitae dei singoli poeti. Poi abbiamo sentito finalmente la poesia “Telo slova je môj čas“ di Mila Haugová, interpretata nella lingua italiana da Miriam Oravcová – “Il mio tempo nel corpo della parola“, “Nočné martýrium“ e “Vodné variácie” di Marián Grupač, lette da Monika Križanová – “Martirio notturno“ e “Variazioni acquatiche“, “Zažíhanie“ e “Na konci leta“ di Andrej Šeliga lette da Miriam Oravcová come “L´accendersi della luce“ e “Sul finire dell´estate“, “Východní ľudia“ di Eva Luka interpretata da Stanislava Chlebová come “Gente d´oriente“, “Nemiestny žart s južným ovocím I.“ e “Nemiestny žart s južným ovocím II.“ di Peter Bilý lette in slovacco da Veronika Labancová e nella lingua italiana da Paolo Di Vico – “Uno scherzo con la frutta meridionale I“ e “Uno scherzo con la frutta meridionale II“.

La conferenza è passata “dal sogno alla realtà” grazie alla collaborazione affezionata e saldamente congiunta tra i colleghi di tutte e tre sezioni della Cattedra di Romanistica – italiana, francese e quella spagnola: oltre ai colleghi nominati qua sopra, anche a Natália Rusnáková, PhD., Mária Lalinská, PhD., Mirko Lampis, PhD. e agli studenti universitari Katarína Kováčová, Stanislava Chlebová, Monika Križanová, Barbora Hyková, Dominika Parobeková e Dávid Chrvala. Ing. Monika Šutková ha preparato la conferenza a livello pratico.

(Autore: Miriam Oravcová, Foto di Barbora Hyková)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google