Rifugiati: 90mila minori arrivati in Europa senza genitori

I paesi dai quali fuggono i ragazzi senza mamma e papà sono Afghanistan e Siria: in quasi 12mila hanno meno di 14 anni

profughi-rifugiati_(michaelwrose_6502417261@flickr)

Bambini e ragazzi, arrivati in Europa per chiedere asilo attraversando il mare o lungo la via dei Balcani. E arrivati da soli, senza i genitori. Secondo un rapporto appena diffuso da Eurostat, nel 2015 sono stati 88.300 i minori non accompagnati che hanno chiesto protezione negli Stati dell’Unione.

Un fenomeno che lo scorso anno è letteralmente esploso: se nel 2014 il numero dei giovani asilanti soli si è attestato intorno alle 23mila persone, dopo aver oscillato tra le 11 e le 13mila unità dal 2008 al 2013, il 2015 ha visto più che triplicare il numero di minori arrivati in Europa dopo aver percorso da soli la via dei migranti. Se si pensa che, sempre secondo dati Eurostat, lo scorso anno sono state 592mila le domande di asilo registrate in Europa, significa che una su sei è stata presentata da un ragazzo arrivato nel Vecchio Continente senza i genitori.

A livello generale, il 91% delle richieste ha riguardato maschi che, nel 57% dei casi, avevano più di 16 anni. Ma ci sono anche 11.800 bambini e bambine, ragazzi e ragazze under 14 che sono arrivati in Europa e ora devono letteralmente cavarsela da soli. Lo Stato che si è fatto carico del maggior numero di questi minori è la Svezia, che ne ha accolti circa 35mila. Seguono la Germania con 14mila, quindi Ungheria e Austria con 8mila ciascuna. In Italia sono appena 4.070. Ma il dato allarmante è che rappresentano oltre il 56% dei minorenni ai quali il nostro Paese ha garantito l’asilo.

Leggi tutto su Wired.it

__
Foto michaelwrose cc-by-nc-nd

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.