Fico: la Slovacchia si sta isolando per il ‘no’ alla Grecia

L’Ambasciatore greco in Slovacchia, Nicolaos Kanellos, dopo un pranzo di lavoro con il leader del partito di opposizione Smer, Robert Fico, ha ricordato ai giornalisti che i Paesi dell’Unione avrebbero dovuto congiuntamente decidere per il prestito alla Grecia, ma la Slovacchia ha detto di no. «Per quanto riguarda la Grecia, noi aderiamo ai regolamenti europei e sarebbe desiderabile che tutti i membri dell’Unione avressero seguito la stessa politica», ha detto Kanellos. Nel weekend scorso il Presidente del Parlamento Richard Sulik (SaS) aveva affermato che la Grecia non ha mai rispettato i parametri di Maastricht, incolpando il Presidente della Commissione Europea Jose Manuel Barroso di grave negligenza.
Robert Fico, che da Premier aveva sostenuto il prestito prima delle elezioni di Giugno, ha osservato che il Governo slovacco dovrebbe riaprire il dibattito sul prestito. E non ha escluso che il suo partito possa avviare un dibattito su questo tema in Parlamento.
Il portavoce del Premier Iveta Radicova (SDKU-DS), ha detto successivamente che non vede alcuna ragione per riaprire la questione. «Il signor Fico ha avuto l’occasione di votare per il prestito alla Grecia, ma non è riuscito a sfruttarla», ha detto.
«Voglio solo dire che il Governo greco sta facendo tutto ciò che è necessario per sanare la sua economia e ripartire nel modo giusto per il futuro», ha detto Kanellos nel tentativo di incoraggiare il Governo slovacco a contribuire al mutuo dell’Eurozona.

«Il Governo sta prendendo decisioni che stanno spingendo la Slovacchia nell’isolamento, come si può percepire dalle parole del presidente della Banca centrale europea (BCE) Jean-Claude Trichet», ha detto Fico. Trichet aveva detto che se avesse saputo del rifiuto della Slovacchia al prestito di solidarietà per la Grecia si sarebbe opposto l’ingresso della Slovacchia nella zona euro.
Il partito Smer-SD non ha votato per il prestito per la Grecia, chiedendone il rinvio fino a quando non è chiaro se la Grecia riesca a garantire la realizzazione dei provvedimenti di austerità previsti. Fico è certo che il rifiuto del prestito ha avuto effetti negativi sulla Slovacchia, che devono essere al più presto riparati. «Stiamo cercando una soluzione ragionevole, ma ora è il turno del Governo. Siamo in attesa di vedere quali mosse farà dopo le critiche provenienti dall’estero», ha detto.
«La Slovacchia non può essere solo un destinatario netto di vantaggi dall’Unione Europea, ma deve anche avere di responsabilità per l’andamento della zona euro. Riteniamo che sarebbe corretto lavorare sulla questione greca e aiutare questo Paese. La Coalizione ha deciso diversamente, con conseguenze enormi per la Slovacchia», ha detto.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*