20.000 firme per lo scioglimento del partito di Kotleba. La palla passa al Procuratore generale

kotleba_(Jan.kroslak-cc-by-sa)

Oltre 20mila persone hanno firmato una petizione lanciata sul sito www.ludskeprava.sk per sciogliere il Partito Popolare-Nostra Slovacchia (LSNS) di Marian Kotleba. L’Istituto per i diritti umani (ILP) ha riferito che l’Ufficio del Procuratore generale ha informato l’istituto che di aver iniziato l’esame delle attività del partito, insieme alla possibile presentazione di una proposta per il suo scioglimento alla Corte Suprema. L’ILP aveva fatto appello all’Ufficio del Procuratore generale in questo senso già l’8 marzo, all’indomani dello shock post-elettorale dovuto all’ingresso del partito di estrema destra in Parlamento con 14 deputati e un 8% dei voti a livello nazionale.

Il diretto dell’ILP lamenta il fatto che le autorità competenti non abbiano agito per tempo, quando già gli attivisti avevano avvertito del pericolo di una crescita esponenziale del sostegno a Kotleba, dopo la vittoria alle regionali a Banska Bystrica nel 2014. La presenza di LSNS in Parlamento, tuttavia, sembra avere «svegliato l’intera società», ha notato l’ILP. L’aver ottenuto voti alle elezioni generali in modo formalmente democratico, dice ILP, non cambia nulla nel fatto che [il partito] «è antidemocratico, ha ingannato gli elettori, e le sue finalità sono in contrasto con la Costituzione della Repubblica Slovacca», ed è una copia del precedente movimento Slovenska Pospolitost, proibito e sciolto già nel 2006.

(Red)

__
Foto: M.Kotleba (Jan.kroslak-cc-by-sa/wiki)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.