Kiska: necessaria una ‘Coalizione dei volenterosi’ per combattere estremismo e ostilità

kiska-parlam_(president.sk)

Il presidente della repubblica Andrej Kiska è intervenuto ieri in Parlamento dopo l’approvazione del programma, e la conseguente fiducia al nuovo governo. Si è detto contento che il processo iniziato con le elezioni del 5 marzo si sia concluso felicemente con un gruppo di partiti che hanno accettato le sfide di un periodo difficile, e attraverso un compromesso hanno deciso di fare un governo che lui si augura stabile a questo Paese.

Il capo dello Stato ha detto tuttavia, ha riportato Tasr,  che se in questa legislatura dovessero dominare inimicizie, un pessimo stato della sanità, problemi nel settore dell’istruzione o una scarsa applicazione della legge, saranno ritenuti responsabili i politici di entrambe le parti, la coalizione di governo come l’opposizione.

Kiska ha notato come si registri un aumento della discordia e ostilità nella società, e ha detto che l’essere convinti di avere ragione «non deve essere motivo per comportamenti aggressivi ed indecenti», né tra i cittadini, in particolar modo sui social networks, né tantomeno in Parlamento. L’aumento del’aggressività è una delle cose che attualmente preoccupano maggiormente gli slovacchi, ha notato: «cerchiamo di capire le cause, e cerchiamo di affrontare questa tendenza». Non dobbiamo mai permettere che la decenza sia scambiata per debolezza, ha avvertito. «Abbiamo bisogno di una più ampia ‘coalizione dei volenterosi’ per aiutare la Slovacchia ad attraversare i prossimi anni con successo, costruire una diga contro l’estremismo e il fascismo, e riportare in Slovacchia fiducia e ottimismo», ha detto il presidente.

Kiska ha detto che vede un reale margine di miglioramento nella cura della salute durante la prossima legislatura. È necessario, ha rilevato secondo l’agenzia Tasr, ridurre il numero delle morti inutili, e reagire alle critiche feroci sulla corruzione del sistema sanitario, che sono pienamente giustificate. Cambiamenti sono necessari anche nella scuola. «Abbiamo trascurato l’educazione per un lungo periodo di tempo, e ora siamo arrivati ​​a capire che non si tratta solo della carriera professionale dei nostri figli o della competitività della Slovacchia. Diamo ai nostri bambini la possibilità di conoscere la storia europea perché siano in grado di trovare un orientamento in questo mondo complesso, ed essere in grado di distinguere tra verità e menzogna, bene e male, critica ed estremismo», ha aggiunto il presidente.

(La Redazione)

_
Foto prezident.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google