Viaggiare in autostrada senza contrassegno potrebbe costare la metà

autostrade_(foto_cereus_wikipedia)

Il ministero dei Trasporti, alla cui testa è da poche settimane il nuovo ministro Roman Brecely (#Siet), ritiene che le sanzioni del codice della strada oggi in vigore in Slovacchia siano eccessive, se confrontate con quelle dei paesi vicini. Ad esempio, l’importo massimo della multa per il mancato pagamento del contrassegno autostradale elettronico è ora fissato a 300 euro. In pratica, chi viene trovato in autostrada senza aver pagato il pedaggio, anche se ha fatto solo una manciata di chilometri, deve versare una somma pari a sei volte l’importo del contrassegno annuale, una cifra ora giudicata troppo onerosa. Nella vicina Repubblica Ceca la sanzione è di 184 euro, in Ungheria meno di 90 euro.

Il dicastero ora propone di abbassare la multa a un importo che non superi i 150 euro. Che possono essere ancora ridotti a 100 euro se il pagamento avviene entro 15 giorni. Inoltre, i conducenti non potranno essere multati di nuovo fino alla conclusione della procedura di infrazione, ovvero fino a pagamento avvenuto. Mentre oggi possono essere elevate nuove multe per la stessa contravvenzione anche ogni giorno successivo alla contravvenzione.

Il ministero, ha scritto il quotidiano Hospodarske Noviny oggi, dovrebbe presentare l’emendamento di legge per la riduzione della sanzione già questa settimana.

(Red)

_
Foto cereus@wiki

1 comment to Viaggiare in autostrada senza contrassegno potrebbe costare la metà

  • Mauro Zanchetta

    l’unica cosa del codice che mi interessi e pormi bere un birra semza il terrore di lasciarci la patente..

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google