La Corte Costituzionale rigetta la denuncia di Dennik N contro il veto del premier Fico

dennikN

La Corte Costituzionale slovacca ha respinto la denuncia del quotidiano Dennik N sulla decisione del primo ministro Robert Fico di non comunicare con il giornale. Fico prese questa decisione nel maggio 2015, e vietò ai suoi ministri tutte le comunicazioni con il quotidiano, giustificandola con il fatto che Dennik N non sarebbe oggettivo sulle azioni del governo e terrebbe una posizione tendenziosa nel riportare la politica del gabinetto. Da quel momento, il premier e i ministri non hanno più concesso interviste a giornalisti del quotidiano, e le domande fatte in conferenza stampa venivano ignorate, una situazione che metteva in imbarazzo anche i colleghi di altre testate, che a volte ripetevano all’interlocutore le stesse domande a cui non era stato risposto.

La scorsa settimana il primo senato dela Corte Costituzionale ha deciso che la corte non ha abbastanza poteri per affrontare la questione. L’editore del quotidiano ha obiettato dicendo che si tratta di una violazione dei suoi diritti fondamentali derivanti dalla Costituzione slovacca, la Convenzione europea dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, il Patto internazionale sui diritti civili e politici, il Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali come così come una violazione del diritto di fare affari come scritto nella Costituzione.

Dennik N e il quotidiano Sme, anch’esso oggetto di embargo, hanno presentato nell’aprile 2015 una denuncia al Consiglio slovacco della stampa, il quale aveva espresso gravi preoccupazioni e ha stabilito che il governo agiva in violazione della libertà di stampa, limitando l’accesso dei giornalisti alle informazioni. L’Ufficio del Governo rispondeva che dava a tutti i media la giusta attenzione, in linea con la legislazione vigente.

Fico ha avuto spesso un rapporto contrastato con i media slovacchi, e più volte li ha portati in tribunale per articoli o vignette su di lui. Anche in questo caso, la causa scatenante era stata l’emissione con il giornale di adesivi del noto caricaturista Shooty che ritraevano Fico come un ladro.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.