Sondaggio: gli slovacchi non sono né filo-russi né filo-occidentali

slovac_(elab_BS)

Gli slovacchi non sono né filo-russi né filo-occidentali, secondo un recente sondaggio realizzato da Slovak Atlantic Commission (SAC), Central European Policy Institute (CEPI) e agenzia di sondaggi Focus la prima settimana di febbraio 2016 su un totale di 1.000 intervistati.

Come ragione per svolgere un tale sondaggio il direttore di CEPI Milan Nic ha ammesso che da circa un anno si ha a che fare con «un impatto crescente della propaganda russa in Slovacchia e anche in Europa». Scopo dell’indagine, fatta prima delle elezioni, quando secondo i promotori i sentimenti dei cittadini verso certi temi erano più o meno stabili, era capire quanto sia vulnerabile la società slovacca e quanto abbia appeal sulla gente tale propaganda.

Secondo i risultati elaborati dalla sociologa Olga Gyarfasova, oltre la metà degli intervistati (51,8%) vuole stare “nel mezzo” tra Occidente e Oriente. Il 23,1% si è detto parte dell’Occidente, e il 12,3% si sente parte dell’Oriente. Un maggior sostegno per l’Occidente è stato registrato nella generazione più giovane (18-24 anni), con quasi il 40% di loro che ha fatto questa scelta.

Considerando i rapporti con gli altri paesi, quasi il 67% degli intervistati ha detto che la Slovacchia è più vicina alla Repubblica Ceca, mentre il 37,2% ha scelto l’Austria, il 35% la Polonia, il 31,9% l’Ungheria e il 31,6% la Germania.

Sei slovacchi su dieci (il 63%) vogliono che la Slovacchia rimanga membro del Gruppo di Visegrad (V4), il 52,3% è contenta di essere nella UE, il 51,1% nelle Nazioni Unite e il 30,2% nella NATO. Qui, notano gli analisti, il sostegno all’adesione alla UE mostra un discreto calo rispetto al 2010, quando il 68% degli intervistati era soddisfatto dell’Unione europea. Ma questa, del resto, è una tendenza in atto in tutta Europa.

Gli slovacchi più filo-occidentali sono, dicono i risultati del sondaggio (svolto come detto prima del voto del 5 marzo), gli elettori di Libertà e Solidarietà (42%), OLaNO (37%), Most-Hid e #SIET (35%). I simpatizzanti dello stesso raggruppamento di partiti sono anche i più soddisfatti dell’appartenenza della Slovacchia nella Nato. Sostengono maggiormente l’adesione all’Alleanza Atlantica gli elettori di #SIET (45%), OLANO (42%), Most-Hid (40%) e Libertà e Solidarietà (36%). I più grandi critici dell’Alleanza sono invece tra gli elettori della formazione di estrema destra di Marian Kotleba Partito Popolare-Nostra Slovacchia.

(Fonti TSS, Sita, Denník N)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.