Indagine: i dirigenti d’impresa slovacchi disposti a tutto per raggiungere gli obiettivi

businessman - manager (foto_sgis@flickr)

Secondo una indagine condotta da EY verso la fine del 2015 e all’inizio del 2016, il 70% dei dirigenti d’azienda slovacchi valuta come “piuttosto diffuse” le pratiche di corruzione nel Paese, un dato in considerevole aumento rispetto al 56% del 2014, e quasi doppio di quello espresso da tutti  i partecipanti all’indagine globale, circa 3.000 business leader di 62 paesi. La Slovacchia poi si guadagna un poco lusinghiero primo posto, con il 68% dei rispondenti, sulla questione dell’abuso delle spese di rappresentanza. Tre dirigenti su quattro (il 74%) in Slovacchia si sono detti disposti ad utilizzare pratiche immorali per raggiungere gli obiettivi finanziari, in particolare tramite vendite fittizie con accordo di riacquisto o manipolazione dei bilanci.

(Red)

_
Foto sgis@flickr

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.