Negozi chiusi nelle festività? Non ci sarebbero ripercussioni, dicono gli economisti

commerc-dettag_polus_(soniabelviso-cc-by) shopp

La possibile chiusura dei negozi durante tutte le festività di Stato non avrebbe ripercussioni negative sul commercio al dettaglio. La gente farebbe l’abitudine alla cosa nel giro di breve e andrebbe a fare gli acquisti nei giorni precedenti, dicono gli analisti economici, sentiti dal quotidiano Sme.

È il sindacato dei lavoratori del commercio e del turismo a chiedere la chiusura almeno nei giorni di festa nazionale, che dopo diversi incontri con i rappresentanti dei datori di lavoro, con i quali si è arrivati a un compromesso, intendono parlarne con il governo. Il Ministero del Lavoro, Affari sociali e Famiglia ha ricordato che questa proposta non è tra le indicazioni del programma di governo, ma come questione a livello della società tutta, è fondamentale trovare un accordo politico e soprattutto un dialogo con le parti sociali.

La Slovacchia ha un numero di festività tra i più alti in Europa (quindici), e i negozi, soprattutto quelli delle grandi catene della grande distribuzione, sono chiusi non più di 3-4 giorni all’anno, in particolare a Natale e Pasqua. Gli economisti credono che dopo un primo momento di smarrimento, i consumatori ci farebbero l’abitudine e la questione non avrebbe alcun effetto negativo sulle vendite e l’economia in generale.

(Red)


_
Foto Sonia Belviso cc-by

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google