Scoperta frode fiscale che avrebbe fatto un danno al fisco di 10 milioni

polizia-centrale_(minv.sk)

L’unità speciale Cobra della polizia ha scoperto un nuovo caso di frode IVA, che avrebbe fatto un danno alle casse dello Stato di oltre dieci milioni di euro. Lo ha detto il capo della Direzione finanziaria (il fisco slovacco) Frantisek Imrecze oggi, informando che è stato identificato il colpevole (un certo Peter P.), che al momento è in fuga. L’operazione, nome in codice ‘Stano’, ha scoperto attività fraudolente che hanno messo in scena operazioni commerciali di merce che non sono mai state effettuate. Gli agenti hanno fatto sei perquisizioni domiciliari e tre presso sedi aziendali, e hanno arrestato cinque persone. Otto sono i nomi accusati di frode nell’inchiesta, che rischiano condanne dai sette ai dodici anni.

La rete che ha organizzato la cosa, un gruppo di 40 aziende, presentava dichiarazioni IVA a credito, e solo in un secondo momento fabbricava artificialmente tutta la documentazione fiscale per simulare vere e proprie transazioni, che riproducevano il commercio di beni come diamanti e servizi pubblicitari. Le attività criminali del gruppo sono iniziate quattro anni fa, nell’aprile 2012, ed erano ancora in corso nel momento in cui la polizia le ha scoperte, malgrado nel frattempo abbiano ricevuto diverse verifiche fiscali.

(Red)

Foto minv.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.