I tribunali slovacchi tra i più lenti d’Europa

giustizia_giudici_(3989418655-ssalonso)

La Commissione europea ha pubblicato ieri una panoramica comparativa dal titolo , che fornisce un resoconto sull’efficacia, la qualità e l’indipendenza dei sistemi giudiziari dei diversi Stati membri dell’Unione europea, basandosi sulla percezioni dei propri cittadini. Secondo le opinioni degli slovacchi, il sistema giudiziario del proprio Paese è il meno indipendente dalla politica e dagli affari in confronto agli altri Stati dell’UE. Solo il 21% di essi, secondo una indagine Eurobarometro collegata, pensano che la magistratura sia molto o abbastanza indipendente (ma appena l’8% delle aziende pensa lo stesso), contro il 46%, ad esempio, della Repubblica Ceca, il 45% della Polonia o il 49% dell’Ungheria. L’Italia in questa speciale classifica è due posti sotto, dopo la Bulgaria. Solo il 25% degli italiani credono nell’indipendenza del sistema giudiziario.

Le ragioni per tale situazione, sono principalmente le pressioni o interferenze da parte del governo e dei politici (43% degli slovacchi), l’influenza degli interessi economici (42%) e lo status dei giudici che non garantisce sufficiente indipendenza (31%).

g

La Slovacchia si classifica anche fra le otto nazioni che hanno la maggior percentuale di citazioni in giudizio, considerando che vengono presentate in media 11 cause all’anno ogni 100 abitanti, dando l’idea di un paese discretamente litigioso. Niente a che vedere, comunque, con Stati come Slovenia, Danimarca o Austria, trio di testa che spicca su tutti gli altri con oltre 40 casi ogni 100 cittadini. All’anno.

Numeri non molto positivi anche neglli indicatori che riguardano i tempi di soluzione delle controversie legali. Con i circa 210 giorni per risolvere in tribunale di prima istanza una causa legale, il Paese si colloca come ottavo peggiore dei 24 paesi studiati (molto peggio per l’Italia, 380 giorni). Mentre con le controversie penali, civili e commerciali particolarmente litigiose il tempo medio di attesa per una sentenza di prima istanza è di oltre 500 giorni in Slovacchia, una tempistica simile a quella dell’Italia, che con Malta è in cima alla lista nera.

Ma ci sono casi particolari come la soluzione (in via definitiva) di una causa per insolvenza, che mette la Slovacchia ultima assoluta con ben 4 anni di attesa, davanti a Grecia (3 anni e mezzo), Romania, Bulgaria e Croazia (tutti oltre i tre anni). Il problema, tuttavia, non è il numero insufficiente di giudici, perché in questa classifica la Slovacchia è moderatamente ‘virtuosa’ e con circa 40 giudici su 100.000 abitanti si trova nona, assieme a diversi altri paesi vicini dell’Europa centro-orientale.

 

(Red)

__
Foto ssalonso cc-by-sa

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google