Orsi a passeggio per strada sugli Alti Tatra, alcuni tentano di entrare in casa

orsi_(laura-kali_4675375165)

Sugli Alti Tatra è stato dichiarato lo stato di emergenza a causa del gironzolare di orsi per i centri abitati. L’allarme è stato lanciato venerdì dal comune Vysoke Tatry, preoccupato per il passaggio un po’ troppo di frequente di orsi che non solo curiosano e passeggiano per strade e giardini, ma tentano anche di intrufolarsi nelle case, e lo fanno anche di giorno. Si sono registrati nei giorni scorsi ben cinque tentativi da parte di orsi di irrompere in case abitate.

Il sindaco Jan Mokos ha ricordato che già in passato si sono registrati momenti di tensione tra i cittadini per l’apparizione di orsi bruni negli abitati, «ma mai così di frequente nelle zone abitate», e mai così aggressivi. Se in passato, infatti, si limitavano a gironzolare cercando cibo e rovistando nei contenitori per i rifiuti, ora sono già cinque le denunce di animali che hanno tentato di entrare nelle abitazioni, e in due casi hanno persino attaccato i cani. Siamo preoccupati, ha detto Mokos in conferenza stampa venerdì, «per i loro movimenti nei pressi di scuole materne ed elementari».

Il comandante della polizia municipale conferma che il numero di orsi è in costante aumento, e ormai sono centinaia nella zona. Al più presto le autorità locali invieranno raccomandazioni scritte alle famiglie su come comportarsi con gli orsi, ad esempio evitando di avvicinarsi ai cassonetti per i rifiuti dopo l’imbrunire. Con la bella stagione agli inizi, ci si inizia anche a preoccupare per l’arrivo dei turisti, che pure andranno debitamente informati su come eventualmente affrontare un orso sbucato all’improvviso da dietro l’angolo.

Nei giorni scorsi un orso è stato avvistato a margine dei binari della stazione ferroviaria di Stary Smokovec, nota località climatica, mentre un altro è rimasto appollaiato per alcune ore su un albero dopo essere stato spaventato dall’abbaiare di un cane.

Nahlásený počet stretov s medveďom stúpa aktuálne vo Vysokých Tatrách až k niekoľkým stovkám.Medvede prichádzajú priamo do osád mesta aj počas dňa.

Posted by Televízia JOJ on 9. apríl 2016

 

Il comune, che raccoglie diverse località sul versante slovacco degli Alti Tatra, sopra la città di Poprad, è inserito all’interno del Parco Nazionale degli Alti Tatra, e gli orsi vi sono di casa, e sono protetti. Il sindaco dice che il comune non ha l’autorizzazione a sparare sugli animali, dato che c’è un divieto in tal senso in vigore ormai da 25 anni. Secondo gli esperti sarebbero circa 1.400 gli orsi selvatici in Slovacchia, uno ogni 3500 abitanti. Non sarebbe la prima volta che si parla di abbattimenti selezionati per ridurre il numero di animali nel Paese.

(Red)

__
Foto OnceAndFutureLaura cc-by-nc-sa

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google