Il Presidente Kiska: siamo chiari, Kotleba è un fascista

kiska_selfie_(prezident.sk)

Il leader del Partito Popolare-Nostra Slovacchia (LSNS) Marian Kotleba è un fascista. È necessario nominare le cose direttamente e chiaramente, senza alcun timore, ha dichiarato il presidente della Repubblica Andrej Kiska commentando i suoi dialoghi con gli studenti sul tema dell’estremismo. La frase la si trova anche su un post pubblicato sul sito ufficiale Prezident.sk.

I giovani sono spesso sorpresi quando viene loro spiegato cosa è realmente Kotleba, ha sottolineato Kiska. A parte le numerose occasioni in cui lo si è visto marciare in uniforme, Marian Kotleba dichiara che la Rivolta Nazionale Slovacca (SNP) del 1944 è uno dei momenti più tristi della storia del nostro Stato. E, prosegue il presidente, continua a dire alla gente che non è un suo problema se molti ebrei sono stati internati e deportati nei campi di concentramento e sono stati uccisi durante il regno dello Stato Slovacco nel corso della seconda guerra mondiale.

«Kotleba è un fascista, e quando lo dico agli studenti essi spesso propongono di vietare il suo partito», ha detto Kiska, citato da Tasr. «Ma noi non vogliamo vietare nulla perché questa non è la soluzione».

Il 7 aprile Kiska era in visita alla città di Krupina, comune della regione di Banská Bystrica che nelle elezioni generali del 5 marzo ha visto un ampio sostegno (il 15,35%, secondo solo a Smer) al partito di Marian Kotleba. Incontrando la popolazione locale Kiska ha appreso che la gente del posto è preoccupata per la disoccupazione, che sebbene sia del 10% nel comune, in molti dei villaggi vicini supera anche il 50% e ha portato molti giovani a trasferirsi altrove. Il capo dello Stato ha concluso che quando uno Stato non riesce a risolvere i problemi, le persone si ribellano e ricorrono a soluzioni estreme. Solo uno Stato funzionante può essere in grando di migliorare la situazione e prevenire il voto estremista.

Sul suo profilo Facebook il presidente ha scritto «Ancora mi ricordo le parole che ho sentito da un sopravvissuto di Auschwitz: “Non dobbiamo permettere che il nostro passato diventi il ​​futuro dei nostri figli”». Un simpatizzante del partito LSNS, che usa il simbolo del partito sul suo prilo, gli ha risposto: «Kiska, non ti vergogni? Prima delle elezioni avevi promesso che saresti stato presidente di tutti gli slovacchi, ma, al contrario, dividi e provochi le persone anche con questa dichiarazione circa la legittimità dei politici eletti in Parlamento».

KRUPINA, DETI A NAŠA BUDÚCNOSŤStále si pripomínam slová, ktoré som počul v Osvienčime od človeka, ktorý prežil…

Posted by Andrej Kiska on 7. apríl 2016

(Red)

Foto prezident.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google