Le società slovacche dei Panama Papers

panamapapers

Tra i milioni (11,5 milioni, pare) di documenti trapelati dallo studio legale Mossack Fonseca di Panama si sono trovati i nomi di almeno 168 aziende slovacche. Le ricerche sul cosiddetto “Elenco Slovacchia”, svolte dal Centro di giornalismo investigativo ceco, non riguardano tuttavia solo nomi slovacchi, perché la maggior parte dei nominativi sono olandesi, e poi ci sono anche serbi, un canadese e uno sloveno.

Almeno 95 dei nomi sulla lista slovacca, scrive Tasr, sono collegati ad una società chiamata Green Carbon Renewables S.A. La maggior parte di loro sono olandesi, con un indirizzo nel paese di Sladkovicovo, cinquemila abitanti nella regione di Trnava. Il sito investigace.cz che fa capo al team di giornalisti-investigatori riporta che il direttore di questa azienda «è un noto prestanome, tale John Novak di Vancouver, che è stato in passato presidente di una Camera di Cooperazione Commerciale Slovacco-Canadese negli anni 2004-2006. Il suo nome è stato menzionato in varie aziende sovranazionali». La Camera di Commercio Canadese-Slovacca (SKOK) ha preso le distanze facendo notare che l’organizzazione, che ha avuto dal 2001 ad oggi un solo presidente, non ha nulla a che fare con l’entità indicata nelle carte giornalistiche e con il suddetto John Novak.

La società Green Carbon Renewables è stata registrata da Mossack Fonseca nell’agosto 2012, con sede nelle Isole Vergini Britanniche (ricordiamo che il nome “Panama Papers” riguarda la provenienza dei documenti – lo studio di consulenti a Panama – ma non le aziende coinvolte hanno sede in diversi paradisi fiscali). Certe email hanno mostrato che gli avvocati raccomandavano di non rivelare il vero indirizzo della società nei documenti. Tra i proprietari di Green Carbon Renewables c’erano anche due cittadine serbe. Mentre la terza donna sulla lista, Helena Dubisova, è partner commerciale di un magnate serbo, e risulta direttrice della società CALLA MARITIME S.A., anch’essa con base alle Isole Vergini Britanniche.

L’elenco slovacco dispone anche del nome di uno dei più ricchi sloveni, Sergej Racman, proprietario di una società che produce occhiali 3D.

Uno degli slovacchi della lista è Milan Hosek, che da tempo fa scambi in azioni e obbligazioni, ed è stato consulente di investimento e blogger. Attivo già nel 1990, aveva ottenuto pacchetti azionari in più società privatizzate. Oggi Hosek gestisce il sito web akcionar.sk, dove egli offre consulenza per investimenti. Hosek, insieme a Marek Rosa e Ivana Rosová, sarebbe registrato in una società denominata AI BENI LTD con sede alle Seychelles.

Altri nomi emersi sono quelli del milionario ceco Daniel Kretinsky, che possiede la maggioranza della società energetica EPH, proprietaria di quote importanti – e socia dello Stato slovacco – in aziende come SPP, Eustream e Slovenske Elektrarne. Un altro nome ceco è quello di Jana Lutken, già conosciuta alle cronache giornalistiche slovacche per essere stata amministratrice di Interblue Group, azienda fantasma nota per lo scandalo delle emissioni che scosse il primo governo Fico nel 2008 e portò alle dimissioni di un ministro. Allora, il Ministero dell’Ambiente vendette quote rilevanti di emissioni di CO2 a un prezzo ben sotto al valore di mercato, perdendo un possibile incasso di una somma intorno ai 70 milioni di euro.

Figura poi il nome di una società di Bratislava, la Latem Trading sro, controllata dall’olandese Poelen Holding BV, il cui omonimo amministratore è attivo a Bratislava da vent’anni. Secondo Plus 7 dni la società con sede a Bratislava sarebbe tra quelle che hanno avuto un ruolo chiave nel riciclaggio di denaro.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google