Prima riunione del nuovo governo multicolore, sul tavolo il programma e la sanità

governo2016_(vlada.gov.sk)

Il nuovo governo quadripartito della Slovacchia, il Fico III, si è riunito ieri a mezzogiorno per la prima volta dopo la nomina, avvenuta la scorsa settimana presso il Palazzo Presidenziale. I quindici membri del gabinetto, otto dei quali già ministri nell’esecutivo precedente (uno – Peter Pellegrini – mandato a guidare il Parlamento dalla fine del 2014), hanno cominciato a conoscersi e hanno posato per la prima “family photo”.  Subito dopo le vacanze di Pasqua il primo ministro Fico ha iniziato, martedì 29 marzo, le visite ufficiali presso i ministeri dei trasporti, della difesa, dell’istruzione, della salute, dell’economia, dell’agricoltura, della giustizia e dell’ambiente, incontrando i ministri di nuova nomina e facendo con loro un breve briefing sui temi più scottanti dei singoli settori.

La prima riunione ufficiale del Consiglio dei ministri ha visto una prima “prova d’orchestra” di un ensemble di diverse provenienze che oltre a nove poltrone occupate da Smer (che nel mandato precedente ha diretto un governo monocolore) include tre ministri del Partito Nazionale, Slovacco (SNS) due di Most-Hid e uno di #Siet.

Il Consiglio dei ministri inaugurale ha dato mandato al primo ministro Fico di presentare una proposta del nuovo programma di governo che sarà poi discusso nella seduta del gabinetto di mercoledì 13 aprile. Secondo la Costituzione, il nuovo governo deve presentare la versione definitiva del suo programma al Parlamento e chiedere un voto di fiducia entro e non oltre 30 giorni dopo la nomina ufficiale, avvenuta il 23 marzo. Il programma si baserà sulle priorità comuni dei quattro partiti che compongono l’esecutivo, comprese in un documento firmato alla fine dei negoziati di coalizione.

Tra le questioni più urgenti si è discusso anche di sanità, dove il nuovo ministro Tomas Drucker, di nomina Smer e già presidente delle Poste slovacche, dovrà occuparsi della gestione dell’Autorità di vigilanza sanitaria (HCSA), il cui capo Monika Pazinkova lascierà il posto alla fine di aprile. Drucker ha poi detto di stare lavorando al sostituto, che sarà un nome con esperienza nella gestione sanitaria. Un’altra nomina attesa è quella del capo dell’assicuratore sanitario statale VsZP, per il quale invece il ministro, che ha ordinato una analisi su funzioni e competenze all’interno della mutua statale, vorrebbe selezionare un candidato fuori del settore sanitario.

Nel frattempo è scoppiata alcuni giorni fa una polemica sul fatto che l’accordo di coalizione, che è alla base del nuovo governo, non sia ancora stato pubblicato per intero (nella foto più sotto gli oltre sessanta punti dell’accordo, unico documento pubblicato fino ad ora). Lo hanno fatto notare con voce critica diversi esponenti dell’opposizione. Una dichiarazione congiunta dei due partiti più forti della coalizione, Smer e SNS, fatta martedì, indica che il rilascio del documento integrale «presuppone il consenso di tutti partiti della coalizione», ovvero anche di Most-Hid e #Siet, ma che informeranno dei dettagli a tempo debito. Secondo Tasr, Most-Hid sostiene che il processo di elaborazione dell’accordo di coalizione rappresenta una questione interna tra i partiti della coalizione, mentre #Siet, che entra in Parlamento senza il numero minimo di deputati (otto) per poter costituire un gruppo parlamentare autonomo, non ha voluto rispondere.

governo-accordo-2016

(Red)

Foto vlada.gov.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.