La Slovacchia rischia una procedura UE per le emissioni

Dopo aver venduto le sue emissioni di CO2 a un prezzo da saldo, la Slovacchia ha perso anche il ‘bonus verde’ che non è mai stato versato allo Stato, e il Paese è ora alle prese con un’altra questione relativa alle emissioni, scrive Hospodarske Noviny, una sanzione dell’Unione Europea per non aver rispettato il termine per la modifica alle norme che renda possibile anche la vendita delle emissioni dei trasporti aerei.

La Slovacchia, come tutti gli Stati membri dell’UE, doveva approvare la norma entro il 9 Dicembre scorso, ma sebbene la cosa fu prorogata a fine Marzo, la legge ancora non è stata approvata. Una fonte della Commissione Europea ha confermato di aver avviato una azione contro la Slovacchia per questo. «La penale minima per la Slovacchia è di 725.000 euro, con un tasso per ogni giorno di ritardo tra gli 870 e i 52.200 euro», secondo la fonte.

L’ex Ministro dell’Ambiente Jozef Medved (Smer-SD) nega l’accusa di avere colpe per il ritardo. Ha però ammesso di non essersi particolarmente interessato al problema, pur biasimando per la cosa il suo staff.

La corrente gestione del Ministero dell’Agricoltura e Ambiente appare imperturbabile. «Al momento non rischiamo alcuna sanzione», ha detto il Segretario di Stato del Ministero, Martin Ruzinsky (Most-Hid), e il Ministero sta comunque elaborando la normativa in questione.

(Fonte Hospodarske Noviny)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.