Budapest, Orban minaccia referendum sui rifugiati

Orban a Bratislava

L’Ungheria indirà un referendum sulla ridistribuzione dei profughi. Il primo ministro Viktor Orbán non ha indicato la data, ma ha detto ieri che ha deciso di consultare la popolazione sul piano approvato a settembre da Bruxelles secondo cui ognuno dei 28 paesi dell’Unione europea deve accogliere una quota di rifugiati. Budapest, insieme ad altri quattro paesi inclusa la Slovacchia, aveva votato contro e ha presentato ricorso alla corte di giustizia europea, un’azione che per prima aveva intrapreso Bratislava nel dicembre scorso.

Il premier ungherese ha detto che il referendum, il primo del suo genere in Europa, sarebbe un grande prova di democrazia europea. Lui crede che le quote, definite un “abuso di potere” da parte dell’Unione, ridisegnerebbero la mappa etnica, culturale e religiosa dell’Ungheria e dell’Europa. Secondo alcuni osservatori, la questione migratoria è molto utile a Orban, già in campagna elettorale per il 2018, allo scopo di mantenere sotto traccia grosse questioni irrisolte nel Paese, come l’istruzione e la sanità.

Forse non a caso Orban ha annunciato l’iniziativa proprio nel giorno in cui il direttore dell’agenzia Frontex per il controllo delle frontiere esterne dell’UE svelava le stime degli arrivi di migranti in Europa: un milione gli sbarchi in UE nel 2016.

(La Stampa, Reuters, Red)

__
Foto vlada.gov.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google