Europa – Russia: di nuovo guerra fredda?

Russia_(thejointstaff 3945556766 CC-BY 2.0)

Il continente che chiamiamo Europa è essenzialmente composto dall’Unione europea e dalla Federazione russa. In teoria questi due gruppi, che condividono la stessa cultura, dovrebbero essere legati da accordi di sicurezza e cooperazione per garantire la reciproca prosperità e la stabilità continentale, da Brest a Vladivostok.

Sarebbe perfettamente logico, perché ciascuno ha qualcosa di cui l’altro ha bisogno, un’abbondanza di materie prime nel caso della Russia e industrie all’avanguardia nel caso dell’Unione. Organizzando la loro complementarità l’Unione e la Federazione russa potrebbero fare passi da gigante, ma questo sogno di una “casa comune europea” che era stato di Michail Gorbačëv si è perso nel rancore e nella paura reciproca.

Sete di vendetta

Oggi l’Unione e la Federazione si ritrovano l’una contro l’altra in Ucraina come in Siria, tanto che il 9 febbraio il capo dei servizi statunitensi ha parlato di un “ritorno alla guerra fredda”.

Le cause di questo conflitto risalgono alla fine degli anni ottanta, quando né i russi né gli occidentali avevano creduto alla sincerità di Gorbačëv. Gli occidentali si erano rifiutati di aiutare il presidente russo a gestire la transizione democratica a cui aspirava. All’evoluzione incarnata dal nuovo leader, i russi e gli altri popoli sovietici avevano presto preferito la rivoluzione proposta da Boris Eltsin.

Continua a leggere su Internazionale.it

__
Foto thejointstaff cc-by 2.0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.