Safer Internet Day: in UE i timori limitano e-commerce e banking online

e-shop acquisti internet (flickr)

In Europa la quota di chi nel corso del 2015 ha avuto problemi legati alla sicurezza web, come virus sui device, violazioni di informazioni personali, perdite finanziarie o accesso dei minori a siti inappropriati, è stata del 25% mentre il 75% degli utenti internet non ha avuto problemi di sicurezza nel corso dello scorso anno. E’ questa la fotografia che scattano i dati Eurostat resi pubblici in occasione della Giornata europea per la sicurezza su internet, il “Safer Internet Day”.

Nel complesso una buona notizia che si accompagna però alla constatazione che i timori legati alla sicurezza abbiano comunque indotto nel corso dello scorso anno, a comportamenti che hanno in qualche modo limitato l’uso della rete: secondo l’indagine 1 cittadino su 5 non ha comprato online (19%) o non ha svolto attività di online banking (18%) in 2015, e 13% non ha usato internet via mobile o via connessione wireless diversa da quella domestica. Anche nei singoli Paesi i timori hanno influenzato negativamente talune attività. In Italia, ad esempio,  il 24% degli utenti internet non ha fatto shopping online (25%), non ha utilzizato servizi di e-banking (24%) e non si è connesso tramite smartphone in posti altri se non da casa (19%).

Nel complesso Paesi dove i cittadini hanno avuto meno problemi di sicurezza internet nel 2015 sono la Repubblica ceca (10%), l’Olanda (11%), la Slovacchia (13%) e l’Irlanda (14%). Ad avere avuto più problemi, invece, i croati (42%), gli ungheresi (39%), i portoghesi (36%), i maltesi (34%) e i francesi (33%). L’Italia, con il 28%, si situa allo stesso livello di Svezia ed Estonia, verso la metà bassa della classifica.

L’Italia ha registrato un miglioramento nella lotta ai virus informatici: nel 2010 quasi un italiano su due (45%) aveva avuto problemi, cinque anni dopo meno di un quarto (24%). Resta leggermente al di sopra della media Ue, che è al 21%, che però è diminuita decisamente in modo più lento (era al 31% cinque anni fa). I Paesi che più hanno diminuito i problemi di virus sono stati Slovacchia (-38pp), Bulgaria (-30pp), Lettonia (-24pp), Malta (-22pp), e Slovenia (-21pp, alla pari dell’Italia). Olandesi (6%), cechi (8%) e slovacchi (9%) sono stati i più immuni ai virus, mentre le maggiori vittime ci sono state tra i croati (41%), ungheresi (36%), portoghesi (33%), francesi (29%), bulgari e maltesi (entrambi 28%).

(Fonte Tech Economy, CC-BY-NC-SA)

Foto: cc-by @flickr

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google