Infrazioni in calo nelle ispezioni alimentari delle catene commerciali nel 2015

aliment_verdu_(Jellaluna-5591188732)

Gli ispettori dell’Autorità veterinaria e alimentare dello Stato (SVPS) hanno trovato carenze nell’8.12% delle ispezioni effettuate nel quarto trimestre 2015. Secondo quanto annunciato dal ministro dell’Agricoltura Lubomir Jahnatek in una conferenza stampa, sugli oltre 11 mila controlli svolti tra ottobre e dicembre sono state riscontrate violazioni in 915 casi, uno ogni dodici controlli. Nei primi tre mesi dell’anno scorso le trasgressioni erano state pari all’11,43% delle ispezioni.

Il rispetto delle regole da parte degli operatori del commercio alimentare, a quanto pare, si riduce notevolmente negli orari di chiusura al pubblico dei negozi. Se durante l’apertura sono state emesse sanzioni nel 6,8% dei casi, ne rilevazioni fuori orario raggiungono ben il 38,39%.

Nel complesso, tuttavia, i risultati sono incoraggianti, e delle 14 catene di negozi al dettaglio operanti in Slovacchia solo una – della quale non è stato fatto il nome – non ha migliorato la propria pagella.

Nell’intero 2015 la percentuale di infrazioni è risultata pari al 10,64%. Era del 14,34% nel 2012, ha sostenuto Jahnatek, intendendo dire che nei quattro anni di lavoro di questo governo le cose sono molto migliorate.

(Red)

Foto Jellaluna cc-by

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.