I musei d’Italia nell’era del web 2.0

firenze-musei-michelang_(Raul-cc-by)

Con un boom di visite nel 2015, – che ha visto oltre 40 milioni di visitatori – i musei statali italiani hanno battuto un record stabilito precedentemente nel 2014, eccellendo nelle classifiche di gradimento per le collezioni artistiche che solo lo stivale possiede. Però, per quanto riguarda la gestione dei profili online, le risposte ai commenti dei turisti e l’integrazione con il pubblico, l’Italia dei musei presenta una nota negativa. È abbastanza noto, infatti, come le recensioni siano ormai il pane quotidiano del business: esistono centinaia di siti nei quali, tramite un click, si può decretare il successo o meno di un determinato posto.

Per stare al passo con i tempi, il MIBACT – Ministero dei beni, delle attività culturali e del turismo – mette a disposizione dei musei statali autonomi un nuovo strumento, in grado di gestire l’immagine digitale: Index. Messo a punto dalla Travel Appeal, attraverso un algoritmo, Index monitora in tempo reale tutto ciò che accade nel web – blog, social network, siti di review -, controlla il flusso delle comunicazioni e suggerisce anche modi per migliorare i propri profili online. Inoltre, esplora la soddisfazione dei turisti attraverso i loro indici di gradimento, le recensioni e i likes, individuando gli elementi di maggior interesse. Ciascun museo potrà visualizzare i dati più importanti degli altri e, allo stesso tempo, il MIBACT li monitorerà tutti. Nel panorama della competizione internazionale, il turismo è ormai immerso nell’era digitale: la prenotazione dei biglietti aerei e non, di visite guidate, di alberghi e così via, si sposta totalmente online, scatenando un passaparola sempre più diffuso tra gli utenti. Queste conversazioni rappresentano, per gli operatori del turismo, la possibilità di comprendere i desideri e le percezioni dei viaggiatori. In questo contesto, quindi, per i musei diventa fondamentale garantire un’eccellente offerta culturale che, se verrà recensita in maniera positiva, porterà numeri maggiori all’interno della struttura.

https://twitter.com/MiBACT/status/687220118577897472/photo/1

Il progetto del MIBACT fa parte di una riforma per la creazione di un sistema museale nazionale che comprende – oltre al riconoscimento della natura di istituto dei musei e degli standard a cui essi devono attenersi – l’istituzione della Direzione generale Musei. Index sembra essere la rivoluzione che si aspettava da tanto: attraverso l’utilizzo di questo nuovo strumento, si vuole invogliare il settore del turismo ad interagire al 100% con gli utenti e con i nuovi strumenti di comunicazione. Cellulari alla mano e pollici in su quindi, per portare in alto l’arte italiana in un modo tutto social!

 

(Martina Lo Giudice, VocidiCitta.it)

__
Foto Raul cc-by

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google