„Prezzato“ il mercato nero per tesine e tesi di laurea

In un mondo dove, ed il caso della Principessa Sarah Ferguson ne è l’ultimo autorevole esempio, la corruzione, il disprezzo dell’etica, e la messa in atto di strattagemmi di ogni tipo per by-passare esami è all’ordine del giorno, non deve stupire se su internet sia possibile trovare perfino un listino prezzi per avere, confezionate a regola d’arte, tesine tesi e dissertazioni di ogni tipo. Le università non hanno  di certo i mezzi delle polizie postali per debellare il fenomeno, anche se, forse, un pò di attenzione in più da parte del corpo docente potrebbe far venire a galla qualche esempio di illecito. Ma sorprende maggiormente, come abilmente verificato dai colleghi del quotidiano Pravda, che il „reato“ (almeno per chi fabbrica tali testi) non è in alcun modo perseguibile; semplicemente perchè il codice penale non lo ha mai previsto. Così, non rimane che augurarsi che il prossimo Governo intervenga in tempi rapidi, per porre riparo ad un reato che non favorisce, secondo noi, nessuno; ma penalizza fortemente, questo sì, l’immagine del Paese ed anche il potenziale di coloro che il loro titolo lo hanno veramente sudato. Peraltro, abbiamo avuto conferma che alcune università Slovacche hanno introdotto un sistema di controllo „antiplagio“, il quale si basa sulla lettura delle tesi consegnate elettronicamente (procedura oramai obbligatoria ad esempio nella Università Comenius di Bratislava)e sul confronto di tali file con un database di documenti precedentemente acquisiti. Sicuramente questa procedura ci sembra andare verso la giusta direzione scoraggiando la „clonazione“ indiscrimanata e quindi anche la messa sul mercato di opere dell’ingegno di terzi.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google