Venezia: 20 anni fa il rogo, oggi la terza vita del teatro La Fenice

Venezia-Fenice_(flynn_nrg cc-by)

Il 29 gennaio 1996 un devastante incendio doloso distrugge il teatro La Fenice di Venezia. Il rogo impegna i vigili del fuoco per tutta la notte. Il mondo intero piange la perdita di uno dei teatri più belli, dalla straordinaria acustica e protagonista da sempre della vita operistica, musicale e culturale italiana ed europea. Responsabili dell’incendio, in seguito individuati e condannati, due elettricisti la cui ditta stava facendo lavori di manutenzione al teatro. Non volendo incorrere in una penale per i ritardi accumulati dalla propria impresa, i due decisero di causare un piccolo incendio per provocare un ritardo imputabile a causa di forza maggiore. Ma la cosa sfuggì loro di mano, e di molto.

Lo storico teatro fu ricostruito «com’era, dov’era», seguendo la filosofia già seguita nella ricostruzione del campanile di San Marco crollato all’inizio del secolo scorso. La ricostruzione del teatro fu completata nel 2003, e per l’inaugurazione nel dicembre dello stesso anno, una diretta tv alla presenza del presidente Azelio Ciampi, fu occasione per dare il via a una settimana intera di festeggiamenti sotto la regia di Riccardo Muti.

Fondato nel 1792, il Teatro La Fenice ospitò nell’Ottocento numerose prime assolute di opere di Rossini (Tancredi, Sigismondo, Semiramide), Bellini (I Capuleti e i Montecchi, Beatrice di Tenda), Donizetti (Belisario, Pia de’ Tolomei, Maria de Rudenz), Verdi (Ernani, Attila, Rigoletto, La traviata, Simon Boccanegra). Seguite il secolo successivo da altre prime di Stravinskij, Britten, Prokofiev, Nono, Maderna.

Con una capienza di mille posti, un’ottima acustica (ulteriormente migliorata dopo l’ultima ricostruzione), un’orchestra e un coro stabili di 98 e 66 elementi, un ampio pubblico internazionale che si aggiunge all’assiduo pubblico locale, la Fenice si pone tuttora come centro produttivo di primaria importanza, con più di cento recite d’opera all’anno, e un’importante stagione sinfonica affidata a direttori di calibro internazionale, che si affianca agli spettacoli di balletto e concerti di musica da camera.

A venti anni esatti dall’incendio il Teatro promuove due iniziative a ingresso gratuito in memoria di quell’evento e la prima di un nuovo ciclo di recite della Traviata di Verdi con la regia di Robert Carsen che inaugurò la Fenice in occasione della riapertura del 2004. Durante tutta la giornata di venerdì 29 gennaio 2016, dalle 9.30 alle 17.00, i visitatori italiani potranno accedere gratuitamente agli spazi de La Fenice. Il tour all’interno dell’edificio comprende anche la visita alla mostra permanente dedicata a Maria Callas e ai suoi anni di attività a Venezia. Alle ore 17.00, nelle Sale Apollinee del Teatro, avrà luogo «Di quella pira…Fuoco all’opera», una conferenza con proiezioni video – a ingresso gratuito – nella quale il sovrintendente Cristiano Chiarot e il direttore artistico Fortunato Ortombina racconteranno vent’anni di vampe e ardori nel dramma in musica. Alle 19, in Sala Grande, andrà in scena La traviata di Giuseppe Verdi, diretta da Daniele Rustioni.

(Fonte Padova News, Wikipedia, Repubblica.it)

__
Foto Miguel Mendez cc-by, swampa cc-by, gminguzzi cc-by-sa 

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google