Sulla terra c’è ancora posto

popolazione2015@wiki

Leggiamo, ormai da decenni, che siamo in tanti, anzi troppi, su questo piccolo pianeta sperso nell’immensità dell’universo. I viaggiatori, che poi siamo tutti noi, sono più del dovuto e non è possibile offrire ad ognuno i servizi essenziali per un viaggio decente, inoltre, come in ogni veicolo pubblico, c’è chi paga il biglietto e chi fa il furbo, c’è chi cerca di essere pulito e chi sporca e così i problemi si aggravano.

Le previsioni sulla vivibilità della Terra per il futuro sono anche più che drammatiche.

Sempre da parte dei soliti scienziati, nel 2050 saremo 9 miliardi, no, anzi, 10 miliardi e così via in una corsa al rialzo, dimenticando che ci sono fattori di rischio molto elevati come epidemie, vecchiaia, guerre e incidenti e purtroppo, sempre presente da millenni, la povertà che spesso uccide più di una guerra.

Insomma, elementi talmente aleatori che una qualsiasi previsione, nonostante lo studio di importanti scienziati, tende, come abbiamo visto anche in passato, spesso a fallire.

Recentemente sono rimasto colpito da una mappa elaborata dalla Nasa dove si evidenza come quasi la metà dell’intero pianeta si concentra in poco meno dell’1% di tutta la superficie terrestre.

L’immagine mi ha colpito perché per intere generazioni abbiamo visto sempre la Terra raffigurata come una palla con sopra tante persone da non potersi neanche girarsi su se stesse. Insomma, un vero incubo.

Continua a leggere su www.italiani.net

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.